Vitale Ambrosini, Account Manager di Labvantage Solutions in Italia

Protagonista all’avanguardia nel settore dei LIMS, Labvantage combina in un’unica piattaforma tecnologica scalabilità, flessibilità di configurazione e tutti i vantaggi di una soluzione fullweb, accessibile sempre e ovunque da qualsiasi postazione Internet e dispositivo mobile

Giovanni Bernuzzi 

Nata nel 2009 dalla fusione della business unit SQL*LIMS di Life Technologies Corporation’s, la nuova Labvantage Solutions offre soluzioni informatiche per la gestione e l’analisi dei dati di laboratorio, quali LIMS (Laboratory Information Management Systems), Business Intelligence ed ELN (Electronic Notebook).

«La nostra missione – spiega Vitale Ambrosini, Account Manager di Labvantage Solutions in Italia – è sostenere le aziende che vogliono fare del proprio know-how e della gestione dei dati una leva competitiva per il successo del business, trasformando il laboratorio da centro di costo a centro di valore. Grazie alla versatilità e alla facilità di configurazione della soluzione firmata Labvantage, il nostro LIMS, inizialmente sviluppato in conformità alle normative e alle specifiche esigenze del mercato farmaceutico e delle aziende del settore chimico, ha presto ampliato la gamma delle sue potenzialità per rispondere alle esigenze di settori merceologici sempre più eterogenei».

Dottor Ambrosini, come si propone Labvantage sul mercato, con particolare riferimento all’Italia?

Labvantage, che da sempre si ispira al mantra “un solo Team, una sola Visione, il Cliente al primo posto”, ha rafforzato la sua presenza internazionale, in America e nelle regioni EMEA e APAC, accompagnando la crescita sui mercati esteri con l’ampliamento della sua rete di partner in tutte le sedi europee e, in particolare, in Italia. La nostra azienda fa leva su un team di professionisti con competenze consolidate in tre aree strategiche per il nostro business: azienda, processi e prodotto. Anche le attività di marketing, comunicazione e vendita rappresentano per noi un importante momento di incontro e di confronto con il mercato, seguite dall’implementazione dei progetti e, infine, dall’assistenza post vendita, che garantisce ai nostri clienti un supporto continuativo e di qualità sempre in linea con le esigenze delle aziende. Labvantage Italia, già nota come Applied Biosystems e, ancor prima, come Perkin-Elmer, detiene il 35% del mercato LIMS in Italia. Più in dettaglio, abbiamo conquistato il 35% del mercato farmaceutico, il 15% del settore ambientale, il 35% del mercato dell’industria chimica e petrolchimica. Degna di nota anche la presenza nel settore forense, nel quale si concentra il 15% del suo business con importanti progetti in corso, come quello per la banca dati del DNA in Italia. Oggi l’azienda ha al suo attivo clienti di primissimo piano nel nostro Paese nei settori Farmaceutico, Chimico, Petrolchimico, Ambientale, Agroalimentare, Pubblico, Forense, Automotive, Biobanche e altri.

Quali sono i principali vantaggi delle vostre soluzioni LIMS?

Ottimizzazione e armonizzazione dei processi, indicatori di perfomance (KPI), e aggregazione dati rappresentati in vari formati grafici real-time, flessibilità di configurazione e limitata personalizzazione, costi di ownership fra i più bassi del mercato e conformità alle normative dei diversi settori merceologici: sono solo alcuni dei vantaggi per gli utenti del sistema LIMS firmato Labvantage. Soluzioni verticali standard per settori industriali eterogenei, di facile configurazione e di pronto utilizzo, e ridotte esigenze di personalizzazione per i clienti sono fattori chiave della competitività della nostra offerta. Inoltre, grazie alla flessibilità della sua architettura LIMS, Labvantage risponde efficacemente alle esigenze dei laboratori impegnati nelle attività di validazione, ottimizzando la messa sul mercato dei prodotti con una riduzione sensibile dei costi.

Come si compone la gamma?

Labvantage 6, fiore all’occhiello della nostra offerta, è stata progettata per agevolare la tracciabilità e la condivisione dei dati di laboratorio attraverso la digitalizzazione dei documenti tradizionali, quali fogli di lavoro e procedure operative. Sviluppata in conformità con la normativa ISO 17025, Labvantage 6 consente l’automazione dei flussi di lavoro e dialoga con qualunque strumento del laboratorio grazie al driver Labvantage Connect™. Basata su tecnologia full-Web, la soluzione è accessibile da qualsiasi postazioni Internet e dispositivo mobile senza alcuna installazione a livello locale.

Per le aziende del settore farmaceutico, Labvantage ha sviluppato Labvantage Pharma, l’innovativa soluzione verticale prevalidata e preconfigurata in linea con le best practice della GAMP 5, che consente un risparmio fino all’85% nei costi e fino al 75% nei tempi di implementazione rispetto a quelli di un sistema LIMS tradizionale. Scegliendo Labvantage Pharma, le aziende potranno raggiungere la piena operatività in soli 3 o 4 mesi in un ambiente completamente validato e a un costo decisamente inferiore rispetto ai sistemi LIMS tradizionali, che richiedono circa 10 o 12 mesi per la validazione. Il risultato finale è un deployment più rapido, con costi ridotti di implementazione e, soprattutto, minori rischi per l’azienda. Per il futuro vorremmo rivolgere la nostra offerta anche alle piccole e medie aziende che operano in ambito ISO/IEC 17025, un mercato a elevato potenziale di crescita, nel quale i software utilizzati sono spesso obsoleti e inadatti a supportare le aziende nella rispondenza a normative sempre più stringenti. Proprio per rispondere al meglio alle esigenze delle PMI, nasce la nuova soluzione “light” di Labvantage 6, presto disponibile sul mercato, che consentirà di rendere accessibile il suo sistema LIMS anche alle aziende con un budget d’acquisto più contenuto rispetto a quello delle grandi multinazionali.

A tale proposito, a quale tipologia di clientela è rivolta la vostra proposta?

L’offerta di Labvantage si rivolge sia alle grandi multinazionali con laboratori multisito complessi e con un elevato numero di team di lavoro e utenti, sia ai laboratori di analisi monosito e di ridotte dimensioni, ma anche alle biobanche, agli istituti di ricerca e agli ospedali. Ma non solo: il LIMS dell’azienda, modulare e facilmente configurabile, è stato scelto da importanti player in settori industriali eterogenei, che spaziano dal mercato agroalimentare, a quello petrolchimico e ambientale, fino al settore forense. La nostra offerta è stata disegnata per ridefinire e ottimizzare il modo nel quale i laboratori fanno business, migliorando la produttività, supportando la conformità alle normative di settore, snellendo i processi e soprattutto condividendo le informazioni. Ecco perché oggi sono più di 50.000 i professionisti di tutto il mondo che si affidano al nostro software per gestire informazioni di importanza strategica per i laboratori di controllo qualità, ricerca e sviluppo e della Supply Chain.

Qual è il vostro approccio al cliente e come viene gestito il servizio?

L’attenzione al cliente è al centro della nostra filosofia e formula di business, in sintonia con il nostro storico mantra “il cliente al primo posto”. Oggi siamo in grado di offrire un elevato valore aggiunto ai nostri clienti perché sviluppiamo soluzioni, non prodotti. Le soluzioni firmate Labvantage vanno infatti ben oltre il semplice prodotto perché comprendono anche il supporto del nostro team di professionisti, che hanno alle spalle 25 anni di esperienza in laboratorio e nei processi. La nostra strategia è garantire al cliente una soluzione sempre adattabile ai processi di business: sulle nostre brochure non leggerete mai che il software è personalizzabile secondo i requisiti richiesti perché si tratterebbe di un costo fisso aggiuntivo per l’azienda e facilmente evitabile con una soluzione che necessita solo di essere configurata. E per garantire ai clienti livelli di eccellenza, sia nella progettazione del software che nell’attivazione dell’assistenza post GO-LIVE, Labvantage utilizza un sistema di audit interno trasversale a tutte le business unit. A tale proposito, abbiamo creato al nostro interno un dipartimento dedicato alla supervisione dello stato dei progetti, denominato Project Management Office (PMO), che si basa sullo standard PMBOK sviluppato dal Project Management Institute (PMI) nato per assicurare i più alti standard di qualità. Dopo la vendita, il cliente viene seguito e supportato dal nostro team di professionisti, che lavorano a stretto contatto con chi si è occupato dell’implementazione del progetto in azienda. I nostri contratti di manutenzione non prevedono limitazioni sul numero delle chiamate e delle persone che ci contattano. Il servizio standard è attivo 24 ore su 24, per cinque giorni a settimana, con la possibilità di estenderlo fino a sette giorni senza nessuna esclusione. Infine, fra i servizi aggiuntivi che offriamo ai nostri clienti figurano l’apertura del ticket entro le due ore, l’intervento in loco, report mensili, attività di controllo dei database, e la definizione di indicatori di performance. Il sistema di ticketing utilizzato è proprio il software che proponiamo ai nostri clienti: Labvantage usa Labvantage.

 

Biobanche: tracciabilità e sicurezza garantite

Per rispondere alle esigenze di tracciabilità e di gestione in sicurezza dell’intera catena di custodia del materiale biologico, è stato sviluppato un modulo per le biobanche, Labvantage Biobanking Solutions, la soluzione verticale disegnata per consentire l’automazione e la gestione integrata di laboratori multisito. Labvantage Biobanking Solutions supporta la raccolta dati e la gestione giacenze, garantendo una gestione efficace ed efficiente dell’archivio dei campioni biologici. Inoltre, la nuova soluzione tiene traccia con la massima accuratezza del consenso informato dei pazienti e delle relative informazioni mediche personali, con l’ausilio delle funzionalià di audit e firma elettronica ed è in linea con le più recenti normative sulla privacy previste dalle GxP, CFR 21 Part 11, HIPAA. «Labvantage Biobanking – afferma Vitale Ambrosini, Account Manager di Labvantage Solutions in Italia – è stata espressamente sviluppata per monitorare in modo puntuale e trasparente l’intera filiera di gestione del campione biologico, dalla sua iniziale identificazione con il codice a barre, fino al suo stoccaggio all’interno della biobanca o all’eventuale trasporto in lotti per raggiungere terze parti esterne alla struttura. Soluzione full-Web, accessibile sempre e ovunque da qualunque postazione Internet e dispositivi mobili in generale quali tablet e smartphone, Labvantage Biobanking supporta lo stoccaggio di diverso materiale biologico e garantisce la localizzazione dettagliata dei campioni, la gestione dei contenitori e dei dettagli di spedizione, di aliquote, derivati, campioni compositi, fino al trasferimento e alla loro disposizione finale».

 

L’azienda

Multinazionale americana con un elevato e continuo investimento annuale in Ricerca e Sviluppo del software, Labvantage ha sede a Somerset (New Jersey) ed è presente in tutto il mondo con 14 sedi e un organico di circa 400 dipendenti. La filiale italiana di Labvantage ha maturato un’esperienza di più di 30 anni nel mercato LIMS e ha al suo attivo più di 70 società clienti nei principali settori merceologici. Il quartier generale di Labvantage in Italia si trova a Monza e conta su un organico di circa 25 professionisti, dei quali 15 dipendenti, e il servizio di Customer Care è gestito in lingua locale.

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here