“Diabetes Reality Contest” è il progetto selezionato da Innohack come migliore idea innovativa nel settore della gestione delle patologie croniche.

“Diabetes Reality Contest” vince Innohack di Sda Bocconi
“Diabetes Reality Contest” vince Innohack di Sda Bocconi

Il progetto ha ricevuto 15.000 euro. A breve entrerà in un programma di Boehringer Ingelheim per fattibilità e incubazione.

Innohack di SDA Bocconi

Innohack è una metodologia di SDA Bocconi nata dalla collaborazione tra la Scuola e Boehringer Ingelheim allo scopo di trovare soluzioni innovative nella gestione delle patologie croniche.

L’iniziativa si propone di fare innovazione in modo accelerato attraverso l’incontro di idee fornite da soggetti con formazione, cultura, esigenze, ambiti lavorativi diversi su un tema di comune interesse. Il tema proposto da SDA Bocconi è quello delle patologie cardio-metaboliche nell’ottica patient-centric.

Si tratta di definire nuove strategie organizzative e di mercato che possano essere attuate nel breve termine con un processo metodologicamente strutturato. Questo prevede di:

  1. analizzare il contesto e il trend,
  2. tenere in considerazione le aspirazioni e le esigenze di tutti gli interlocutori,
  3. valutare le proposte, soprattutto quelle innovative,
  4. produrre una sintesi conclusiva.

All’iniziativa hanno partecipato 41 stakeholder (medici, manager, artisti, rappresentanti delle associazioni di pazienti e farmacie, psicologi, studenti, assicuratori, nutrizionisti, dipendenti pubblici, collaboratori di Boehringer Ingelheim) divisi in 7 gruppi.

Prima fase dell’Innohack

Nella prima fase del lavoro, durata due giorni e mezzo, i gruppi, con la guida di docenti SDA Bocconi e il supporto di professionisti del sistema sanitario, hanno avanzato oltre 500 idee su nuove soluzioni del tema proposto.

Seconda fase dell’Innohack

Nella seconda fase, i partecipanti hanno rielaborato e organizzato in modo strutturato le idee generate. Questo processo ha quindi portato a perfezionare 20 proposte di soluzioni concrete che sono state sottoposte al giudizio di un comitato scientifico. Il comitato, composto da:

  • tre esperti del settore provenienti da Boehringer Ingelheim,
  • un consulente di Deloitte,
  • un docente SDA Bocconi,

ha messo alla prova le soluzioni ideate dai partecipanti e ha selezionato la migliore di ciascun gruppo.

Terza fase dell’Innohack

Questi 7 progetti sono quindi passati alla fase di sperimentazione sul campo, durata due mesi. In questo periodo i progetti sono stati perfezionati per poterne poi valutare la possibilità di implementazione, la sostenibilità e il valore economico e sociale.

Il 17 marzo 2018 i progetti sono stati presentati di nuovo al comitato scientifico che ne ha eletto il vincitore.

I criteri di valutazione hanno tenuto conto dell’idea (grado di innovazione, coerenza e obiettivo da raggiungere), del progetto (efficacia, varietà degli stakeholder coinvolti, tecnologie e strumenti richiesti, sostenibilità nel medio-lungo termine) e della presentazione (requisiti formali, completezza e chiarezza espositiva).

Il progetto vincitore, “Diabetes Reality Contest”, al quale è stata corrisposta una somma di 15.000 euro, potrà essere realizzato da Boehringer Ingelheim.

Diabetes Reality Contest

Il progetto “Diabetes Reality Contest” prevede di far partecipare un gruppo di pazienti con diabete a una sorta di competizione nella quale vince la strategia più efficace per affrontare le terapie e per migliorare la qualità della loro vita.

Il contest segue e valuta la giornata-tipo dei pazienti in modo da individuare le strategie migliori trovate dai pazienti stessi per risolvere i loro vari problemi quotidiani (alimentazione, stili di vita, assistenza).

Nella fase di sperimentazione, il progetto ha riscosso vasto consenso: più dell’80% dei pazienti intervistati ha dichiarato che seguirebbe senza dubbio il programma e il 50% vi parteciperebbe in prima persona.

Articoli correlati

Insulina glargine 300 ml vs insulina degludec per il diabete di tipo 2

Il passaggio a insulina glargine 300 Units/mL negli anziani

Disponibilità in Italia di Toujeo, insulina glargine di nuova generazione

Il passaggio a insulina glargine Gla-300 riduce glicemia e rischio ipoglicemico

Diabete, crescita preoccupante

Insulina di nuova generazione ad azione prolungata

Diabete, da Aifa e società scientifiche un algoritmo per gestirlo al meglio

Insulina degludec vs glargine

Dati di efficacia e sicurezza di farmaci antidiabetici

Sinergie farmaci-fitoterapici nella gestione del diabete

Dulaglutide per diabete di tipo 2

Alogliptin e sue combinazioni per diabete di tipo 2 disponibili in Italia

Sicurezza cardiovascolare di alogliptin in pazienti con diabete di tipo 2 ad alto rischio

Empagliflozin/metformina cloridrato approvato in UE per diabete di tipo 2

Diabete, penna preriempita di exenatide a rilascio prolungato disponibile in Italia

Empagliflozin per diabete di tipo 2

Empagliflozin riduce il rischio cardiovascolare nel diabete di tipo 2

Liraglutide per la gestione del peso corporeo

Dulaglutide non-inferiore a liraglutide

Applicazione digitale per la gestione del diabete con esperti online

Liraglutide per il diabete di tipo 2 è più efficace di sitagliptin

Analisi sulle differenze di genere nel rischio cardiovascolare del diabete tipo 2

Microinfusori di insulina per diabete di tipo 2

Misure per contrastare il diabete in Europa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here