Il mercato degli integratori continua a crescere e registra un +4% rispetto allo scorso anno, con un valore complessivo pari a 3 miliardi di euro. Ma c’è una novità. Dalla fotografia scattata da Integratori Italia – AIIPA (dati New Line Ricerche di Mercato) e AVEDISCO  emerge il consolidamento di un altro canale di distribuzione: la Vendita Diretta porta a porta degli integratori alimentari si affianca ai canali distributivi più classici della farmacia, parafarmacia e grande distribuzione organizzata (GDO).

Integratori alimentari, cresce la Vendita Diretta. Rapporto AVEDISCO e Integratori Italia AIIPA
Integratori alimentari, cresce la Vendita Diretta. Rapporto AVEDISCO e Integratori Italia AIIPA

Cresce la vendita porta a porta degli integratori alimentari

La farmacia continua a rappresentare oltre l’80% del valore dell’intero comprato in termini assoluti, ma il tasso di crescita è in flessione. Più dinamico è invece il tasso di crescita della GDO, legato ai corner dei super e ipermercati, che con un +8,1% ha registrato un aumento del fatturato da 237 milioni di euro nel 2017 a 256 milioni di euro nel 2018.

Il tasso di crescita forse più interessante nel comparto degli integratori alimentari è quello della vendita diretta, registrato dai dati di AVEDISCO (Associazione Vendite Dirette Servizio Consumatori) relativi al 2017. Il volume delle Aziende Associate coinvolte nel segmento della vendita porta a porta è cresciuto del 16,8% rispetto allo stesso periodo del 2016 ed ha registrato un fatturato superiore ai 425 milioni.

Le Aziende che distribuiscono integratori alimentari che fanno parte di AVEDISCO sono 18, per un totale di 227.440 incaricati, +4,4% rispetto del 2016. La forza di questo canale di distribuzione sta proprio negli incaricati addetti alla vendita. Come spiega Giuliano Sciortino, Segretario Generale di AVEDISCO,

Prima ancora di essere promotori gli incaricati sono consumatori, contenti, attenti, fidelizzati ma soprattutto soddisfatti dei prodotti che hanno provato e a cui si sono affezionati.

«Gli incaricati ricevono una formazione molto attenta e serrata sui prodotti da parte della aziende, con una comunicazione che in nessun modo deve sostituirsi al consiglio medico, anzi – precisa Sciortino – La tutela del consumatore è un valore prioritario per AVEDISCO e lo è ancor di più in un settore come quello degli integratori alimentari. Da sempre ci facciamo garanti della serietà delle pratiche commerciali e dell’elevata qualità dei prodotti distribuiti dalle nostre Aziende Associate. Il nostro impegno prosegue costantemente attraverso il dialogo continuo con Istituzioni e Associazioni di Consumatori affinché si possano conoscere sempre di più le pratiche di un settore importante per l’economia italiana».

Gli integratori alimentari preferiti nei diversi canali di distribuzione

Probiotici e sali minerali sono le due categorie di integratori più richiesti in farmacia e parafarmacia: nello specifico, i probiotici rappresentano il 13% del totale in farmacia. Nella GDO, invece, i più acquistati sono i sali minerali, che rispetto allo stesso periodo del 2017, hanno registrato una crescita del 20,3% e da soli costituiscono il 12,5% del totale integratori.

Nella Vendita Diretta, la categoria di integratori più richiesta sono i multivitaminici, seguiti dagli Omega 3.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here