Una piattaforma per identificare le interazioni farmaco-farmaco

0
73

Si chiama PharmaPendium DMPK (Drug Metabolism-Pharmacokinetic) la nuova piattaforma online lanciata da Elsevier che permette di accedere i documenti di approvazione dei farmaci e di calcolare il rischio d’interazioni farmaco-farmaco, al fine di mettere in atto fin dalle fasi di sviluppo le strategie di mitigazione più complete e opportune per ridurre l’incidenza di eventi avversi.

La piattaforma online PharmaPendium DMPK permette di calcolare le interazioni farmaco-farmaco

La piattaforma contiene oltre 2,2 milioni di pagine di documenti di approvazione FDA, 680mila pagine di documenti relativi all’Advisory Committee dell’Agenzia americana e 200mila pagine di documenti di approvazione dell’EMA. La banca dati contiene anche 1,6 milioni di dati farmacocinetici riferiti a più di 4.400 farmaci e 302mila enzimi metabolici e cammini di trasporto. L’algoritmo permette di determinare se siano già stati effettuati, per un certo prodotto, studi d’interazione farmaco-farmaco, oltre a segnalare i motivi di preoccupazione identificati dalle agenzie regolatorie.

La piattaforma punta a supportare i ricercatori nelle fasi di sviluppo pre-clinico e nel calcolo del rapporto tra rischio clinico e beneficio. Il calcolatore del rischio d’interazione (DDIRC) è conforme ai requisiti delle linee guida FDA 2012 sugli studi d’interazione tra i farmaci.

Secondo i dati FDA, il 20,8% degli adulti assume cinque o più farmaci – una cifra che è raddoppiata nel periodo 1995-2010 – e il 5,8% più di dieci medicinali (cifra triplicata nello stesso arco temporale). Le interazioni farmaco-farmaco sarebbero responsabili del 3-5% di tutti gli effetti avversi e rappresentano una forte preoccupazione per le autorità regolatorie e sanitarie mondiali, anche a causa dell’invecchiamento della popolazione e del corrispondente aumento del ricorso ai regimi di polifarmacia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here