Pat-Informed, una partnership per favorire l’accesso ai brevetti dei farmaci

0
75

Pat-Informed è l’acronimo della nuova Patent information initiative for medicines, siglata a inizio ottobre dal direttore generale della World intellectual property organization (WIPO), Francis Gurry, e dal suo pari grado della Federazione internazionale dei produttori e delle associazioni farmaceutiche (IFPMA), Thomas Cueni. L’iniziativa ha l’obiettivo di favorire l’accesso alle informazioni sui brevetti da parte delle agenzie sanitarie coinvolte nelle attività di approvvigionamento dei medicinali.

Il nuovo portale Pat-Informed raccoglierà in modo chiaro e facilmente accessibile tutti i link alle informazioni brevettuali pubbliche inerenti i medicinali registrati e in commercio, e si propone come nuovo punto di accesso globale a questo tipo di contenuti. Maggiore trasparenza e minore incertezza sono gli obiettivi dell’iniziativa, che aggiungerà le informazioni sullo status brevettuale ottenute direttamente dalle società farmaceutiche a quelle già disponibili dagli uffici brevetti nazionali. Finora il link diretto tra brevetti e medicinali in commercio era pubblico solo in alcuni paesi (ad esempio tramite l’Orange Book degli Stati Uniti), o accessibile tramite banche dati private di enti terzi.

Par-Informed è la nuova iniziativa siglata tra WIPO e IFPMA per favorire accesso ai brevetti dei farmaci

Il via a metà 2018

Sono già una ventina le aziende biofarmaceutiche che si sono impegnate a conferire le informazioni al nuovo database e a rispondere alle richieste di maggiori dettagli sui brevetti riferiti a uno specifico prodotto che giungeranno dagli utilizzatori del nuovo sito, che dovrebbe essere operativo da metà 2018. Nella prima fase d’implementazione del progetto, rende noto IFPMA, le informazioni disponibili in rete saranno riferite ai brevetti per farmaci a base di piccole molecole nelle aree terapeutiche cardiovascolare, dell’oncologia, epatite C, Hiv, diabete e malattie respiratorie, oltre a quelle riferite a tutti i prodotti inclusi nella lista dei medicinali essenziali dell’Organizzazione mondiale della sanità, anche al di fuori di queste aree.

In un secondo tempo, il database brevettuale sarà esteso a tutte le aree terapeutiche; verrà valutata anche la possibilità d’includere in esso anche le informazioni sui medicinali complessi. Il portale, spiega IFMPA, dovrebbe anche essere dotato di strumenti che facilitino l’individuazione dei brevetti rilevanti da parte delle agenzie di procurement e degli altri enti coinvolti nello sviluppo delle strategie sanitarie.

Maggiore trasparenza sullo status brevettuale

Pat-INFORMED renderà più semplice per gli esperti di approvvigionamento valutare lo status brevettuale dei medicinali, e sottolinea come un sistema brevettuale ben disegnato e implementato incentivi l’innovazione e renda disponibile e accessibile l’informazione chiave sui brevetti”, ha dichiarato Francis Gurry nel complimentarsi per l’adesione di IFPMA a un’iniziativa che corrisponde a reali bisogni della comunità della salute pubblica.

A sua volta Thomas Cueni ha sottolineato come la collaborazione con il WIPO dimostri come il settore privato sia attivo nel proporre soluzioni pratiche che riducano la complessità che circonda l’informazione brevettuale. “Aiutare a favorire l’accesso all’informazione brevettuale da parte delle autorità sanitarie pubbliche le può aiutare a sviluppare strategie di approvvigionamento più smart, uno dei mattoni per migliorare la salute globale”, ha commentato Cueni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here