L’associazione nab-paclitaxel/gemcitabina per il carcinoma del pancreas metastatico si conferma terapia backbone di riferimento in diversi studi sulla quale basare lo sviluppo di nuovi trattamenti i del carcinoma pancreatico metastatico.

Celgene ha annunciato in un comunicato stampa di aver presentato al 2016 Gastrointestinal Cancers Symposium dell’ASCO (American Society of Medical Oncology), che si è svolto a San Francisco, i risultati di diversi studi su combinazioni che utilizzano Abraxane® (paclitaxel legato all’albumina formulato in nano particelle) e gemcitabina.

pancreas tumore
Carcinoma al pancreas metastatico: Abraxane e gemcitabina si confermano terapia backbone di riferimento

L’efficacia dimostrata dall’associazione nab-paclitaxel/gemcitabina come terapia di prima linea del carcinoma al pancreas metastatico sta aprendo nuovi scenari nel trattamento di questo tipo di tumore, con sequenze di terapia più strutturate. Proseguono anche gli studi sulla combinazione di nab-paclitaxel/gemcitabina con i nuovi farmaci immunoterapici.

Analisi post-hoc dello studio registrativo di fase III MPACT

Nello specifico, nell’analisi post-hoc dello studio registrativo di fase III MPACT (Metastatic Pancreatic Adenocarcinoma Clinical Trial), presentata al congresso, sono stati valutati gli outcomes dei trattamenti di seconda linea dopo terapia di prima linea con nab-paclitaxel/gemcitabina rispetto a gemcitabina in monoterapia. I risultati hanno evidenziato che il trattamento di seconda linea è possibile e apporta benefici in termini di aumento di sopravvivenza dei pazienti, in particolare in quelli trattati in prima linea con nab-paclitaxel/gemcitabina rispetto a quelli trattati con gemcitabina in monoterapia (12,8 mesi nab-paclitaxel/gemcitabina vs 9,9 gemcitabina).

La sopravvivenza totale dei pazienti trattati in prima linea con nab-paclitaxel/gemcitabina è significativamente maggiore nei pazienti che ricevono una seconda linea con regimi contenenti 5FU (13,5 mesi di OS).

Altri studi su nab-paclitaxel

Infine, proseguono gli studi sulla combinazione di nab-paclitaxel con i farmaci immunoterapici di nuova generazione: è in corso uno studio multicentrico di fase I per valutare il regime ottimale e l’efficacia dell’associazione nab-paclitaxel/nivolumab, con o senza gemcitabina, nel carcinoma metastatico del pancreas e in altre tipologie tumorali.

«Nab-paclitaxel, in combinazione con gemcitabina, è stato approvato come trattamento di prima linea in pazienti con carcinoma pancreatico metastatico sulla base dei migliori risultati in termini di sopravvivenza globale e sta rapidamente diventando lo standard di cura di questo tipo di tumore estremamente difficile da trattare – ha affermato Michele Reni, clinical group leader, Oncologia Medica, Ospedale San Raffaele di Milano – le combinazioni di nab-paclitaxel/gemcitabina con nuovi farmaci target e immunoterapici porteranno in futuro ulteriori sviluppi in termini di sopravvivenza e aprono la strada alla possibilità di valutare sequenze di terapia più strutturate, con una seconda linea impensabile fino a pochi anni fa per la natura particolarmente aggressiva di questo tumore».

«Siamo entusiasti che nab-paclitaxel, in combinazione con gemcitabina, si stia confermando terapia backbone di riferimento per nuove combinazioni che miglioreranno ulteriormente il paradigma di trattamento del carcinoma pancreatico – commenta Gianni de Crescenzo, Medical Director Celgene – in continuità con la nostra mission fondamentale, ovvero rendere disponibili per i pazienti oncologici farmaci innovativi in grado di migliorare sopravvivenza e qualità di vita. L’innovazione richiede investimenti: per questo motivo Celgene è da sempre fortemente impegnata nella ricerca, reinvestendo il 30% del suo fatturato in R&S».

Informazioni su ABRAXANE

ABRAXANE è paclitaxel legato all’albumina ed è prodotto con la tecnologia brevettata nab®.

ABRAXANE è formulato con albumina sierica umana (una proteina fisiologicamente presente nel sangue) e non contiene solventi.

Nel mese di settembre 2013, l’FDA ha approvato ABRAXANE in combinazione con gemcitabina per il trattamento di prima linea dei pazienti con adenocarcinoma metastatico del pancreas. Nel mese di dicembre 2013 la Commissione Europea ha rilasciato la stessa approvazione. ABRAXANE è approvato in oltre 40 Paesi per il trattamento del carcinoma al pancreas metastatico.

ABRAXANE per il carcinoma mammario metastatico

Negli Stati Uniti, è stato approvato per la prima volta nel gennaio 2005 dall’Agenzia Food and Drug Administration (FDA) per il trattamento del tumore metastatico della mammella in pazienti che abbiano fallito una chemioterapia combinata per la malattia metastatica o che sia recidivato entro 6 mesi dalla chemioterapia adiuvante. La terapia precedente deve aver incluso un trattamento con antraciclina, altrimenti clinicamente controindicato. In Europa, la Commissione Europea ha approvato ABRAXANE in monoterapia, nel mese di gennaio 2008, per il trattamento del carcinoma mammario metastatico in pazienti adulte che abbiano fallito il trattamento di prima linea per la malattia metastatica e per le quali è controindicata la terapia standard contenente una antraciclina.

ABRAXANE è approvato in oltre 46 Paesi per il trattamento del carcinoma mammario metastatico.

ABRAXANE per il carcinoma polmonare non a piccole cellule

Nel mese di ottobre 2012, è stato approvato dall’FDA per il trattamento in prima linea del carcinoma polmonare non a piccole cellule localmente avanzato o metastatico e non trattato precedentemente in pazienti non candidati a chirurgia o radioterapia, in associazione a carboplatino.

Nel mese di gennaio 2015 il Comitato per i Prodotti Medicinali per uso Umano (CHMP) ha espresso parere favorevole all’impiego di ABRAXANE in combinazione con carboplatino per il trattamento in prima linea metastatica del tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC).

ABRAXANE, inoltre,  è approvato in Argentina, Australia, Cile, Equador, Guatemala, Hong Kong, Giappone, Nuova Zelanda e Singapore per il trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellule.

Articoli correlati

Tumore del pancreas metastatico: ok dell’EU per Nab-paclitaxel e gemcitabina

Paclitaxel per carcinoma mammario

Studio real life conferma nab-paclitaxel e gemcitabina per il tumore del pancreas

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here