Durante il 24° Congresso Mondiale di Dermatologia (WDC, Milano, 9-15 giugno 2019), IBSA e Alma, aziende specializzate rispettivamente nei settori dei prodotti a base di acido ialuronico e delle soluzioni energy-based per chirurgia, medicina estetica e beauty, hanno annunciato un accordo di partnership strategica. Con questo accordo, le aziende mirano a promuovere un approccio rinnovato alla medicina estetica, non più concepita come una serie di interventi one-shot, ma come un percorso per il benessere e il mantenimento dei tessuti coinvolti nel processo di ageing.

combina le soluzioni a base di acido ialuronico di IBSA con quelle energy-based di Alma
Parte a sembre 2019 uno studio clinico sulla combinazione tra le soluzioni iniettabili a base di acido ialuronico di IBSA e quelle energy-based di Alma nell’ambito della dermoestetica

«Si stima che il mercato globale della medicina estetica potrà valere circa 26,5 miliardi di dollari entro il 2024, rispetto ai 10,1 miliardi di dollari del 2016. La domanda di procedure non chirurgiche, in particolare iniettabili, è aumentata e il 33% degli operatori sanitari pensa che questa domanda aumenterà di oltre il 25% nel prossimo anno – dichiara Giovanni Pellacani, presidente del WCD 2019 e direttore della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Modena e Reggio Emilia. – La partnership fra IBSA e Alma è una interessante risposta a queste nuove esigenze, proprio perché combina le soluzioni a base di acido ialuronico di IBSA con quelle energy-based di Alma. Per convalidare questo nuovo approccio, a settembre prenderà avvio uno studio clinico presso l’Università di Modena e Reggio-Emilia».

IBSA e Alma hanno sviluppato nel tempo tecnologie all’avanguardia nel campo della dermoestetica in grado di offrire oggi sinergie nel promuovere il processo di rigenerazione cellulare. Grazie all’intensa attività di ricerca e sviluppo, all’utilizzo di tecnologie brevettate e di moderni processi di produzione IBSA produce acido ialuronico caratterizzato da un elevato grado di purezza, “ultrapure”, in diverse formulazioni basate sull’impiego di catene di acido ialuronico a diverso peso molecolare, che esplicano differenti azioni nei tessuti circostanti.

«Grazie alla sua esperienza nella produzione e nell’impego di acido ialuronico, IBSA ha sviluppato un nuovo trattamento per la pelle che segna una svolta sul mercato. Questa soluzione introduce un nuovo concetto nel mercato degli iniettabili: il biorimodellamento. Non si tratta di un filler dermico né di un rivitalizzante della pelle, bensì di un prodotto iniettabile a base di acido ialuronico stabilizzato, in grado di ridare idratazione, elasticità e tono alla pelle – spiega Tania Pirazzini, Licensing & BU Dermoaesthetic Director, IBSA Farmaceutici Italia. – La partnership con Alma Lasers nasce dalla condivisione di un nuovo approccio alla medicina estetica, da intendersi sempre più come percorso di prevenzione e trattamento che accompagni il paziente nel corso degli anni. La visione che ci accomuna è quella di promuovere un approccio olistico, non chirurgico, basato sull’integrazione di differenti metodologie rigenerative e che abbia come obiettivo il benessere completo della persona. Per fare questo, IBSA e Alma mettono a disposizione le loro tecnologie all’avanguardia agli Healthcare Professional».

I trattamenti energy-based possono inoltre essere impiegati come parte di più ampi programmi per il ringiovanimento cutaneo che includono anche l’uso di iniettabili, come spiega Eyal Ben David, VP Global Sales, Alma Lasers International:

«I recenti trend globali della medicina estetica mostrano una crescente attenzione verso i temi della medicina rigenerativa e un crescente orientamento verso standard di eccellenza che mirano ad ottenere un risultato finale “naturale” senza modificare i tratti somatici individuali. Molti trattamenti con energy-based device sono parte di programmi di ringiovanimento cutaneo che generalmente ricomprendono anche l’uso di iniettabili a base acido ialuronico. L’utilizzo combinato di questi trattamenti, applicati secondo protocolli standardizzati, offre risultati migliori e immediati con in più il vantaggio di essere minimamente invasivi e dolorosi per il paziente. È proprio in questa efficace sinergia, oltre che nella condivisione di un nuovo approccio alla medicina estetica, che risiede il valore della partnership fra Alma e IBSA».

Lo studio clinico sulla combinazione delle tecnologie IBSA e Alma

Lo studio clinico condotto da Giovanni Pellacani presso la Struttura Complessa di Dermatologia dell’Università di Modena e Reggio-Emilia, in avvio a settembre 2019, avrà proprio l’obiettivo di validare scientificamente l’efficacia e la sicurezza dell’utilizzo combinato delle tecnologie IBSA e Alma, offrendo agli Healthcare Professionals protocolli standardizzati di impiego.

IBSA

Fondata a Lugano nel 1945, IBSA ha vissuto un momento decisivo nel 1985, quando l’attuale management ne ha acquisito la proprietà ridefinendone visione e strategia. Puntando sullo sviluppo di speciali tecnologie, l’azienda è cresciuta rapidamente espandendosi sui mercati internazionali: oggi è presente con i propri prodotti in oltre 80 paesi nei 5 continenti.

Oggi IBSA detiene 65 brevetti esclusivi registrati, mentre diversi altri sono in fase di sviluppo. L’attività di ricerca e sviluppo del Gruppo punta su tecnologie all’avanguardia, e sullo sviluppo sistemi di somministrazione innovativi, costo-efficaci e in grado di soddisfare importanti unmet needs nel campo della medicina.

IBSA opera in 9 principali aree terapeutiche: Cardiometabolica, Dermatologia, Dermoestetica, Endocrinologia, Medicina della Riproduzione, Osteoarticolare, Dolore e Infiammazione, Respiratoria, Urologia.

Alma

Alma è un’azienda specializzata nelle soluzioni basate su tecnologie laser, ottiche, a radio frequenza e a ultrasuoni per applicazioni mediche ed estetiche.

Grazie allo sviluppo di innovative soluzioni energy-based per chirurgia, medicina estetica e beauty, Alma è oggi una fra le prime cinque aziende del settore a livello mondiale e la prima in Cina. L’azienda ha costruito il proprio successo su tecnologie all’avanguardia per lo sviluppo di lasers device che possono essere utilizzati in “terapie combinate” in grado di migliorare i risultati nel trattamento della pelle.

Oggi, Alma offre numerose soluzioni per la medicina estetica (trattamento dell’acne, ringiovanimento della pelle, resurfacing frazionale, trattamento delle lesioni pigmentate e vascolari, depilazione, rimozione di tatuaggi, trattamento definitivo dell’iperidrosi ecc.) e la chirurgia vascolare, plastica, ginecologica e otorinolaringoiatrica.

Nel 2013 Fosun Pharma, gruppo leader nell’Healthcare in Cina, ha acquisito Alma attraverso l’incorporazione della holding “Sisram Medical”. Nel 2017, Sisram Medical è diventata la prima azienda israeliana ad essere quotata nel listino della Hong-Kong Stock Exchange.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here