Novartis ha annunciato che il trattamento sperimentale a dose fissa per monosomministrazione inalatoria giornaliera QMF149 (indacaterolo acetato e mometasone furoato, o IND/MF) si è dimostrato superiore a mometasone furoato (MF) nel migliorare il volume espiratorio forzato nel primo secondo (FEV1) dopo 26 settimane, raggiungendo l’endpoint primario dello studio clinico di fase III PALLADIUM.

QMF149 in pazienti con asma non controllato ha dimostrato un miglioramento superiore della funzionalità polmonare rispetto a mometasone furoato

Questo miglioramento superiore della funzionalità polmonare è stato ottenuto in pazienti asmatici nei quali il trattamento con un corticosteroide per via inalatoria (ICS) a medie o alte dosi, o con un beta-agonista a lunga durata d’azione (LABA)/ICS a basse dosi non garantiva un controllo adeguato della patologia. IND/MF è risultato generalmente ben tollerato, e la sicurezza si è dimostrata comparabile tra i bracci di trattamento.

Per i dosaggi combinati di IND/MF rispetto ai dosaggi combinati di MF è stato raggiunto anche l’endpoint secondario principale, il miglioramento del punteggio del questionario ACQ-7 (Asthma Control Questionnaire), con un miglioramento statisticamente significativo del controllo dell’asma rispetto al basale alla 26a settimana.

Lo studio PALLADIUM è stato condotto per valutare l’efficacia e la sicurezza di dosi medie e alte di QMF149 (150/160 μg e 150/320 μg) erogate tramite il dispositivo con conferma della dose inalata Breezhaler®, rispetto alle due dosi medie e alte corrispondenti di MF (400 μg e 800 μg) somministrate attraverso il dispositivo Twisthaler® in pazienti asmatici non controllati nonostante il trattamento con ICS a medie o alte dosi, o con LABA/ICS a basse dosi (sulla base di prove di funzionalità polmonare e degli effetti sul controllo dell’asma). Lo studio PALLADIUM ha previsto un ulteriore confronto secondario fra IND/MF ad alte dosi, erogato tramite il dispositivo con conferma della dose inalata Breezhaler, e la somministrazione di salmeterolo xinafoato/fluticasone propionato (50/500 μg) due volte al giorno, attraverso il dispositivo Accuhaler.

“Il 50% circa di tutti i pazienti con asma da moderato a grave rimane non controllato, e soffre regolarmente di sintomi ed episodi di riacutizzazione – afferma Richard van Zyl-Smit, professore associato, direttore della Lung Clinical Research Unit (LCRU), University of Cape Town Lung Institute, e consulente pneumologo presso il Groote Schuur Hospital, Città del Capo, Sudafrica. – I risultati promettenti dello studio PALLADIUM per entrambi i dosaggi della combinazione indacaterolo e mometasone furoato forniscono evidenze a supporto dell’efficacia e del profilo di sicurezza di QMF149 nel trattamento dell’asma. Se approvato, il dispositivo con conferma della dose inalata per monosomministrazione giornaliera, facile da usare, rappresenterà un’ulteriore, importantissima alternativa per i medici che trattano l’asma. Credo che questa nuova combinazione a dose fissa sia potenzialmente in grado di migliorare e semplificare la vita di molti pazienti con asma non controllato”.

“Siamo molto lieti che lo studio PALLADIUM abbia dimostrato l’efficacia e la sicurezza di dosi medie e alte di QMF149, erogate tramite il dispositivo con conferma della dose inalata Breezhaler – dichiara Linda Armstrong, MD, responsabile della Respiratory Development Unit, Novartis Pharmaceuticals. – Questi risultati integrano le conclusioni dello studio di fase III QUARTZ per una dose inferiore di QMF149, e forniscono ulteriori evidenze dei benefici di questo trattamento combinato per l’intera gamma di dosi. Non vediamo l’ora di annunciare altri dati del programma di sviluppo clinico PLATINUM”.

L’incidenza complessiva di eventi avversi (EA) e di EA gravi nello studio PALLADIUM è risultata comparabile tra i gruppi di trattamento, e coerente con i profili di sicurezza noti dei singoli componenti.

La richiesta di autorizzazione per QMF149 è stata accettata per la revisione da parte dell’Agenzia europea per i medicinali all’inizio di quest’anno.

QMF149 (indacaterolo acetato e mometasone furoato)

La combinazione di indacaterolo acetato e mometasone furoato (IND/MF) è attualmente in fase di sviluppo per il trattamento di pazienti con asma non controllato (la cui vita rimane negativamente influenzata dall’asma nonostante il trattamento in corso), e la richiesta di autorizzazione per questa combinazione sperimentale in monosomministrazione inalatoria giornaliera è stata recentemente ammessa all’esame dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA).

QMF149 combina l’azione di broncodilatazione dell’ultra-LABA indacaterolo acetato (un beta agonista a lunga durata d’azione, LABA) all’azione antinfiammatoria del mometasone furoato (un ICS) in una formulazione precisa in monosomministrazione, erogata tramite il dispositivo con conferma della dose inalata Breezhaler. Il mometasone furoato è concesso in licenza esclusiva a Novartis da una controllata di Merck & Co. Inc., Kenilworth, NJ, USA, per l’utilizzo in QMF149.

QVM149 (indacaterolo acetato, glicopirronio bromuro e mometasone furoato)

La combinazione di indacaterolo acetato, glicopirronio bromuro e mometasone furoato (IND/GLY/MF) è attualmente in fase di sviluppo per il trattamento di pazienti con asma non controllato (la cui vita rimane negativamente influenzata dall’asma nonostante il trattamento in corso con LABA/ICS), e la richiesta di autorizzazione per questa combinazione sperimentale in monosomministrazione inalatoria giornaliera è stata recentemente ammessa all’esame dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA).

Questa formulazione combina una broncodilatazione completa, esercitata dall’indacaterolo acetato (un beta-agonista a lunga durata d’azione, LABA) e dal glicopirronio bromuro (un antagonista muscarinico a lunga durata d’azione, LAMA), all’azione antinfiammatoria del mometasone furoato (un corticosteroide per via inalatoria [ICS] ad alta o media dose) in una formulazione precisa in monosomministrazione, erogata tramite il dispositivo con conferma della dose inalata Breezhaler.

Nell’Aprile 2005, Sosei Heptares e Vectura hanno concesso in licenza esclusiva a Novartis il glicopirronio bromuro e i diritti di proprietà intellettuale per alcuni suoi usi e formulazioni. Il mometasone furoato è concesso in licenza esclusiva a Novartis da una controllata di Merck & Co. Inc., Kenilworth, NJ, USA, per l’utilizzo in QVM149 (in tutto il mondo, esclusi gli Stati Uniti).

Lo studio PALLADIUM

PALLADIUM è uno studio multicentrico randomizzato in doppio cieco, triple-dummy, a gruppi paralleli della durata di 52 settimane, volto a valutare l’efficacia e la sicurezza della combinazione di indacaterolo acetato e mometasone furoato (IND/MF) rispetto al solo mometasone furoato (MF) nei pazienti con asma.

Lo scopo dello studio è quello di valutare l’efficacia e la sicurezza di due diversi dosaggi di IND/MF (150/160 μg e 150/320 μg, erogati tramite Breezhaler) rispetto ai due dosaggi corrispondenti di MF (400 μg e 800 μg, erogati tramite Twisthaler, dose giornaliera totale) in pazienti con asma non controllato.

Tutti i pazienti dovevano essere in trattamento con una dose stabile di corticosteroidi per via inalatoria (ICS) a medie o alte dosi, o con un beta-agonista a lunga durata d’azione (LABA)/ICS a basse dosi per almeno 1 mese prima di entrare nella fase di run-in.

2.216 pazienti di sesso maschile e femminile (di cui 107 adolescenti, di età ≥12 e <18 anni) sono stati randomizzati a ricevere IND/MF 150/160 μg, erogato tramite Breezhaler (n=439); IND/MF 150/320 μg, erogato tramite Breezhaler (n=445); MF 400 μg, erogato tramite Twisthaler (n=444); MF 800 μg, erogato tramite Twisthaler (n=442); salmeterolo xinafoato/fluticasone propionato 50/500 μg, erogato tramite Accuhaler® (n=446).

L’endpoint primario era la dimostrazione della superiorità di QMF149 erogato tramite Breezhaler rispetto a MF erogato tramite Twisthaler in termini di trough FEV1 dopo 26 settimane di trattamento in pazienti asmatici. L’obiettivo secondario principale era dimostrare la superiorità dei dosaggi di IND/MF (150/160 e 150/320 μg, combinati) rispetto a quelli di mometasone furoato (MF, 400 e 800 μg, combinati) in termini di punteggio ACQ-7 dopo 26 settimane di trattamento in pazienti asmatici.

Il programma di sviluppo clinico PLATINUM

PALLADIUM fa parte del programma di sviluppo clinico di fase III PLATINUM, volto a valutare le combinazioni inalatorie QMF149 e QVM149.

Il programma PLATINUM è il programma di sviluppo clinico di fase III di Novartis che supporta lo sviluppo di QVM149 e QMF149. Comprende quattro studi:

  • QUARTZ, che mette a confronto una dose più bassa di indacaterolo acetato e mometasone furoato (IND/MF) vs il solo mometasone furoato (MF);
  • PALLADIUM, che confronta IND/MF vs MF e salmeterolo/fluticasone;
  • IRIDIUM che confronta IND/GLY/MF (indacaterolo acetato, glicopirronio bromuro e mometasone furoato) vs IND/MF e salmeterolo/fluticasone;
  • ARGON, che confronta IND/GLY/MF con una combinazione di salmeterolo/fluticasone e tiotropio.

Asma non controllato

I pazienti asmatici che hanno uno scarso controllo dei sintomi o frequenti riacutizzazioni nonostante la terapia attuale possono essere considerati non controllati. Le linee guida internazionali, come i criteri ERS/ATS sviluppati da European Respiratory Society/American Thoracic Society Task Force, e la Global Initiative for Asthma (GINA), forniscono definizioni esatte in base alla frequenza dei sintomi, dell’uso di farmaci al bisogno, della limitazione dell’attività e degli episodi di riacutizzazione.

Nonostante la terapia in corso, oltre il 40% dei pazienti con asma in stadio GINA 3 e oltre il 45% dei pazienti con asma in stadio GINA 4-5 rimangono non controllati. I pazienti asmatici non controllati possono minimizzare o sottovalutare la gravità della loro malattia, e sono maggiormente a rischio di riacutizzazione, ricovero ospedaliero o morte. Alcune questioni ancora irrisolte, come un trattamento non adatto, problemi di sicurezza con i corticosteroidi orali, e la non idoneità al trattamento con farmaci biologici, hanno creato un’esigenza medica non soddisfatta relativamente all’asma.

Articoli correlati

Asma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here