Durante il XVIII Congresso Nazionale SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali), presieduto da Antonio Cascio e Luigi Guarneri e tenutosi a Palermo dal 24 al 27 novembre 2019, un intero appuntamento è stato dedicato al Patto Trasversale per la Scienza.

Patto trasversale per la scienza cinque punti
Attraverso l’adesione al Patto trasversale per la scienza, i rappresentanti politici e istituzionali si impegnano a contrastare la pseudoscienza e a fornire fondi pubblici alla ricerca scientifica

In questa occasione, i rappresentanti di diverse società scientifiche e discipline, autorità ed istituzioni sono stati chiamati a sottoscrivere i cinque punti del Patto.

Il Patto Trasversale per la Scienza

«Si tratta di un’associazione che nasce per promuovere la diffusione della scienza e del metodo scientifico sperimentale in Italia – spiega Antonio Cascio, UOC di malattie Infettive e Centro Regionale di Riferimento AIDS – AOU Policlinico “P. Giaccone”, Palermo – ai fini di superare gli ostacoli della disinformazione su temi scientifici e a tutela della salute del cittadino, così da difenderlo dalle fake news. Durante il congresso, sulla questione del Patto e sulle vaccinazioni nel paziente fragile, è prevista una sessione con referenti di diverse società scientifiche e discipline. Questi, assieme ad autorità ed istituzioni, sottoscriveranno i cinque punti del Patto».

1) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano a sostenere la Scienza come valore universale di progresso dell’umanità, che non ha alcun colore politico, e che ha lo scopo di aumentare la conoscenza umana e migliorare la qualità di vita dei nostri simili.

2) Nessuna forza politica italiana si presta a sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica come il negazionismo dell’AIDS, l’anti-vaccinismo, le terapie non basate sulle prove scientifiche ecc.

3) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano a governare e legiferare in modo tale da fermare l’operato di quegli pseudoscienziati, che, con affermazioni non-dimostrate e allarmiste, creano paure ingiustificate tra la popolazione nei confronti di presidi terapeutici validati dall’evidenza scientifica e medica.

4) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano a implementare programmi capillari d’informazione sulla Scienza per la popolazione, a partire dalla scuola dell’obbligo, e coinvolgendo media, divulgatori, comunicatori, e ogni categoria di professionisti della ricerca e della sanità.

5) Tutte le forze politiche italiane s’impegnano affinché si assicurino alla Scienza adeguati finanziamenti pubblici, a partire da un immediato raddoppio dei fondi ministeriali per la ricerca biomedica di base.

Articoli correlati

Il Patto Trasversale per la Scienza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here