L’ICH ha aperto a fine luglio la consultazione pubblica sulla bozza della nuova linea guida ICH Q13 sul Continuous Manufacturing delle sostanze attive e dei prodotti finiti; la consultazione è accessibile da questo link e rimarrà aperta fino al 20 dicembre 2021. Il documento intende favorire un approccio armonizzato a un settore della produzione farmaceutica in rapida crescita, quello delle produzioni in continuo in grado di coprire potenzialmente l’intero ciclo di vita di un farmaco, dalla sintesi del principio attivo (sia new chemical entities che proteine terapeutiche) all’ottenimento del prodotto finito.

La linea guida affronta anche il tema della conversione delle attuali produzioni in batch ai nuovi modelli in continuo, e offre considerazioni sia di tipo scientifico e regolatorio che operativo.

I principi chiave della nuova linea guida

Secondo la definizione data da ICH, il continuous manufacturing implica l’alimentazione continua dell’impianto con i materiali di input, la loro trasformazione in-process con contemporanea rimozione dei materiali di output dal processo stesso. La nuova linea guida si basa sulla serie di documenti ICH dedicati alla Qualità delle produzioni farmaceutiche, e si focalizza in modo particolare sugli aspetti integrati delle produzioni in continuo che coinvolgono due o più unità operative direttamente connesse. Al centro della trattazione della Parte I anche gli aspetti dei metodi di produzione in continuo non specifici per tecnologie utilizzate, forme di dosaggio o tipologia di molecola. La Parte II, con suoi cinque Annex, presenta vari esempi illustrativi e considerazioni su argomenti specifici.

L’obiettivo di ICH è armonizzare le aspettative del enti regolatori sui dossier basati su produzioni in continuo, di modo da favorire l’adozione di queste nuove tecnologie da parte dell’industria farmaceutica. Un’innovazione produttiva che è attesa potare benefici sia a livello di metodi utilizzati che di accesso alle terapie da parte dei pazienti. Ne possono conseguire anche nuovi approcci al controllo della qualità dei medicinali, riduzione del rischio collegato al processo e maggiore sicurezza degli operatori, minor consumo di materie prime e riduzione dello scarto, maggiore robustezza, efficienza e capacità dei processi produttivi.

La struttura della linea guida

L’Introduzione della linea guida descrive il quadro generale del continuous manufacturing sia dal punto scientifico che regolatorio. La Sezione 2 descrive i concetti chiave delle produzioni in continuo, tra cui la definizione di lotto produttivo (esprimibile come quantità di materiali di input, di materiali di output o di tempo del run a una definita velocità di flusso della massa), e come la definizione della linea guida ICH Q7 possa venire applicata a tutte le modalità di produzioni in continuo.

La Sezione 3 affronta il tema della strategia di controllo secondo un approccio olistico che includa tra le altre considerazioni di stato dei controlli, dinamica di processo, caratterizzazione controllo dei materiali, progettazione e integrazione delle apparecchiature e dei sistemi. Sono discussi anche alcuni approcci comuni ai cambi nei processi di produzione CM e la verifica di processo.

La Sezione 4 descrive le aspettative di tipo regolatorio che devono trovare riscontro sia a livello di domanda AIC, incluse informazioni specifiche sui processi CM che devono essere presenti nel Common Technical Document, che di variazioni post-approvazione.

Gli Annex trattano in modo specifico la produzione in continuo delle sostanze attive per le chemical entities (Annex I) e per i prodotti finiti (Annex II), oltre che per le sostanze attive a base di proteine terapeutiche (Annex III). L’Annex IV tratta dell’integrazione della produzione in continuo di sostanza attiva e prodotto finito, l’Annex V discute le prospettive in tema di gestione dei disturbi transitori che possono sorgere nel corso della produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here