Anna Maria Braca è il nuovo presidente del Gruppo CDMO-Specialisti della manifattura farmaceutica

Anna Maria Braca è il nuovo presidente del Gruppo CDMOSpecialisti della manifattura farmaceutica di Farmindustria, avvicendandosi con Giorgio Bruno. Laureata in giurisprudenza a La Sapienza di Roma e in possesso di un Executive MBA presso la SDA Bocconi, Braca ha completato la sua formazione in un primario studio legale italiano. Il nuovo presidente del Gruppo CDMO di Farmindustria ha partecipato alla costituzione e allo sviluppo di BSP Pharmaceuticals, società in cui attualmente ricopre il ruolo di General Counsel & VP Strategic Business Development.

Un sincero ringraziamento ai colleghi del Gruppo CDMO-Specialisti della manifattura farmaceutica – ha dichiarato Anna Maria Braca – per questo incarico così prestigioso. In continuità con la strategia associativa e con quanto fatto da chi mi ha preceduto, il mio impegno sarà quello di far conoscere sempre meglio e valorizzare questo importante comparto e le sue diverse specificità, che rappresentano un fattore di flessibilità ed efficienza per tutto il sistema industriale”.

Il settore italiano delle Contract Development & Manufacturing Organisations si posizionava già prima della pandemia al primo posto a livello europeo per produzione (2,3 mld di €), davanti alla Germania (2,1 mld di €) e alla Francia (1,9 mld €). Il 2021 ha visto una crescita del fatturato del 6%; il comparto conta 11 mila cinquecento addetti, di cui la grande maggioranza (90%) sono  laureati o diplomati (dati Studio Prometeia, 2021). “Una realtà innovativa – che in questo tempo di pandemia ha mostrato ancora di più la sua importanza – con potenzialità di sviluppo che possono ulteriormente contribuire alla crescita dell’industria farmaceutica in Italia, in un contesto attrattivo per gli investimenti nel Paese e di risposta agli aumenti di costo che impattano sulle imprese”, ha sottolineato Anna Maria Braca.

Elisabeth Stampa è il nuovo presidente di Medicines for Europe

Novità al vertice anche per Medicines for Europe, l’associazione che rappresenta a livello europeo i produttori di farmaci generici e biosimilari. La nuova presidente è Elisabeth Stampa, che è anche CEO e membro del Board di Medichem, società spagnola che a partire dal 2016 ha trasformato da semplice fornitore di principi attivi a azienda B2B integrata in modo verticale. Stampa sostituisce Rebecca Guntern (Sandoz), che ha guidato ad interim l’associazione negli ultimi sei mesi. Laureata in farmacia e in possesso di un MBA, Stampa ha iniziato la sua carriera presso Laboratorios Esteve ed è stata anche Executive Chair di altre società della famiglia, tra cui Medichem SA e Combino Pharm SL. In campo associativo, è stata rappresentante dei produttori di principi attivi nell’ambito dei negoziati GDUFA II con FDA, in rappresentanza dello European Fine Chemicals Group (EFCG). 

Come primo atto del suo mandato alla guida di Medicines for Europe, Elisabeth Stampa ha evidenziato le priorità che dovrebbero trovare riscontro in un’azione urgente da parte dell’Unione europea. Tra queste, un quadro di riferimento che faciliti la produzione sostenibile di principi attivi e medicinali sul territorio europeo, l’assicurare la competitività del settore degli API e medicinali fuori brevetto, incluso un sistema regolatorio flessibile che agevoli l’accesso per i pazienti, e il sostegno alla trasformazione verde delle produzioni di principi attivi e medicinali finiti.

Sette medicinali su dieci dispensati in Europa non sono coperti da brevetto. Il contributo del settore dei farmaci off-patent al sistema sanitario europeo è fondamentale. Gli interessi di Medicines for Europe sono pienamente allineati con gli obiettivi europei in campo farmaceutico e industriale. È giunto il momento di tradurre gli obiettivi in realtà”, ha dichiarato Elisabeth Stampa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here