Con uno stringato comunicato, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha dato il via libera a Luca Li Bassi quale nuovo direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Un via libera condizionato, in quanto i governatori chiedono al governo l’impegno di tener conto della proposta regionale per la nomina del presidente della stessa Aifa, posizione vacante dopo le dimissioni di Stefano Vella. Il nome della persona prescelta dalle Regioni per affiancare Li Bassi alla guida di Aifa dovrebbe essere comunicato a breve.

La Conferenza ha anche sottolineato l’importanza che il Governo completi in tempi rapidi anche la procedura per la nomina della nuova Commissione tecnico-scientifica e del Comitato prezzi e rimborso dell’Agenzia, il cui rinnovo era stato lanciato lo scorso giugno (ne abbiamo parlato qui). I Governatori hanno infine richiamato un volta di più il governo sulla necessità di procedere alla riforma complessiva della governance degli enti vigilati dal Ministero della Salute, ivi compresa Aifa.

Le congratulazioni del presidente di Farmindustria

Non hanno tardato ad arrivare a Luca Li Bassi le congratulazioni per la nomina del presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, che in una nota si è detto certo che la grande esperienza nazionale e internazionale del nuovo direttore generale “garantirà la migliore funzionalità dell’Agenzia, assolutamente fondamentale per offrire le cure più ampie ai pazienti, per tutelare il patrimonio del Ssn e consolidare e attrarre sempre nuovi investimenti in ricerca e produzione in Italia”. Scacacbarozzi ha offerto anche collaborazioneper costruire, nel rispetto dei ruoli, una nuova governance in grado di trovare il giusto equilibrio tra sostenibilità e accesso all’innovazione.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here