Il freddo può determinare un indebolimento delle difese immunitarie dell’organismo, causando malessere, infiammazioni e infezioni possono colpire le vie urinarie (IVU). La bassa reattività del sistema immunitario, prevalentemente nella fascia d’età compresa tra i 18 e 30 anni e negli anni successivi alla menopausa, può far sì che un vasto gruppo di batteri colonizzi vescica e uretra.

Dall'
Dall’Osservatorio dell’Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari, dossier sugli integratori indicati per il benessere delle vie urinarie delle donne

La terapia principale utilizzata per risolvere queste infezioni prevede l’assunzione di antibiotici.

L’Osservatorio AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari – Area Integratori Alimentari) segnala alcuni strumenti indicati da Giovanni Scapagnini, biochimico clinico e docente presso l’Università del Molise, da affiancare ai trattamenti medici.

L’utilizzo dei probiotici sembra essere una preziosa risorsa sia per la capacità di ripristinare la normale flora batterica anche vaginale, sia per la capacità di produrre metaboliti in grado di contenere la carica batterica patogena.
Il D-mannosio è invece uno zucchero semplice, in grado di prevenire l’adesione di alcuni ceppi batterici alle cellule dell’uroepitelio, mentre nel mirtillo americano sono presenti due composti in grado di ostacolare la colonizzazione di batteri uro-patogeni.
Una delle possibilità più promettenti nel favorire il benessere femminile e nel prevenire gli episodi di UVI prevede l’impiego di principi attivi di origine vegetale. Tra questi, ricordiamo:

  • L’uva ursina sembra essere in grado di aumentare l’idrofobicità della superficie dei germi, causando la diminuzione del potere di adesione alle cellule ospiti.
  • Barosma betulina è una pianta utile sia per il suo effetto diuretico, sia per il suo potere antimicrobico, mentre l’olio essenziale estratto dalla salvia e dal ginepro inibiscono diversi agenti patogeni urinari.
  • Il Coleus forskohlii è un attivatore del AMP ciclico, che favorisce quindi l’espulsione degli E. coli dalle cellule uroteliali.
  • La berberina è un alcaloide di origine vegetale presente in molte piante della famiglia delle Berberidacee (Coptis chinensis, Hydrastis canadensis, Phellodendron amurense) e in altre specie vegetali. I suoi estratti e decotti hanno mostrato una significativa attività antimicrobica.

Il ricorso a probiotici, D-Mannosio ed estratti fitoterapici rappresenta quindi un valido rimedio per il benessere delle vie urinarie femminili, soprattutto durante la stagione fredda.

Per saperne di più: dossier scientifico Integratori per il benessere delle vie urinarie femminili” pubblicato da AIIPA

Sul corretto utilizzo degli integratori alimentari:  www.integratoriebenessere.it e la APP “Integratori”, sviluppata in collaborazione con l’Unione Nazionale Consumatori (UNC), scaricabile gratuitamente per Apple e Android sul sito Integratori e Benessere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here