UPMC fonda una Supply Chain Company indipendente, di nome Pensiamo, con l’obiettivo di applicare nuovi insight basati sui dati a uno degli aspetti più critici nella gestione di un sistema di assistenza sanitaria.

UPMC, con la collaborazione di IBM, fonda la Supply Chain Company Pensiamo, per fornire alle strutture sanitarie servizi di supply chain supportati dall’Intelligenza Artificiale e dal Machine Learning
UPMC, con la collaborazione di IBM, fonda la Supply Chain Company Pensiamo, per fornire alle strutture sanitarie servizi di supply chain supportati dall’Intelligenza Artificiale e dal Machine Learning

Pensiamo si propone di aiutare gli ospedali a migliorare le prestazioni della supply chain attraverso un’offerta completa source-to-pay, che include cognitive analytics e tecnologie IBM Watson Health.

Per i fornitori di assistenza sanitaria, i costi della supply chain sono la seconda più importante voce di spesa, in rapida crescita, subito dopo il costo del lavoro. L’Istituto di Medicina stima che quasi un terzo della spesa sanitaria sia relativa alla gestione dei rifiuti.

Nell’ambiente dinamico di oggi, i fornitori devono affrontare la crescente necessità di migliorare l’efficacia nella cura del paziente, tenendo sotto controllo i costi. Sempre più, i fornitori hanno bisogno di comprendere i loro costi a livello di singolo paziente per avere successo in un sistema basato sulle prestazioni.

«In un momento in cui i pazienti chiedono maggiore qualità e valore, gli approcci tradizionali ai servizi di supply chain nel settore della sanità non sono più sufficienti – ha detto James Szilagy, che sta passando dal suo attuale ruolo di Chief Supply Chain Officer di UPMC a quello di amministratore delegato di Pensiamo. – La nuova società combinerà il meglio dell’esperienza in supply chain per il mondo della sanità di UPMC con l’esperienza di IBM nel settore dei servizi di supply chain non medicali, così come le capacità di IBM Watson che sarà arricchito delle competenze di dominio di UPMC. L’obiettivo è quello di offrire ai fornitori un approccio di gestione della supply chain su misura per le specializzazioni di ciascuna Istituzione, gruppo di pazienti o di altre esigenze specifiche, e che imparerà e risponderà nel tempo alle mutevoli esigenze del business».

UPMC deterrà la maggioranza della nuova società, che avrà sede a Pittsburgh, e ne sarà il primo cliente con un contratto a lungo termine. IBM è azionista di minoranza di Pensiamo.

UPMCfornitore di supply chain e sistema di erogazione di assistenza sanitaria integrata e di finanziamento negli USA, si colloca regolarmente nella lista annuale di Gartner tra le principali 25 organizzazioni della filiera, in base alla leadership dimostrata nel miglioramento dei risultati per i pazienti e nella capacità di ridurre i costi.

«IBM porta la sua notevole esperienza nel fornire servizi di approvvigionamento e nell’applicazione della tecnologia Watson all’assistenza clinica e alla ricerca. Grazie a questa partnership, Pensiamo offrirà una nuova categoria di servizi cognitivi per la supply chain. Questo è il passo avanti che l’industria stava aspettando: estrarre nuovi insight dai volumi di dati strutturati e non strutturati esistenti relativi ai trattamenti e ai prodotti medicali e guidare verso decisioni migliori lungo tutto il processo di acquisto», ha detto Jesus Mantas, General Manager Business Consulting, IBM Global Business Services.

Per se stessa e per i suoi clienti, IBM gestisce regolarmente l’approvvigionamento con fornitori chiave in settori quali quello dei trasporti, della tecnologia, dell’edilizia, delle telecomunicazioni, dei servizi e della manodopera temporanea.

UPMC e IBM hanno una lunga storia di collaborazione volta al miglioramento dell’efficienza della supply chain nell’ambito dell’assistenza sanitaria, ad esempio nella riduzione drastica dei costi e nel miglioramento delle prestazioni dell’infrastruttura dati di UPMC. Allo stesso tempo, UPMC ha sviluppato una serie di iniziative della supply chain che servono anche i suoi clienti, comprese le soluzioni Prodigo, Health Care Pharmacy Central e BioTronics, tutte parte della strategia d’innovazione per il commercio nel sistema sanitario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here