Il 12 febbraio 2019, il Gruppo Chiesi è stato insignito del Company Award for Innovation, durante la cerimonia Eurordis Black Pearl. Questo evento si svolge a Bruxelles con cadenza annuale in febbraio, il mese nel quale si celebra la Giornata internazionale delle malattie rare. L’obiettivo del Eurordis Black Pearl, infatti, è premiare l’eccellente lavoro e i più importanti traguardi raggiunti dalla comunità delle Malattie Rare.

Company Award for Innovation al Gruppo Chiesi per l'impegno e la pipeline nell'ambito delle malattie rare
Company Award for Innovation al Gruppo Chiesi per l’impegno e la pipeline nell’ambito delle malattie rare

Il Gruppo Chiesi è stato premiato sia per l’importante impegno in quest’area, sia per la pipeline che comprende prodotti e trattamenti a disposizione dei pazienti affetti da malattie rare e ultra-rare.

«Il Gruppo Chiesi è onorato di ricevere questo premio, un importante riconoscimento per l’azienda che dimostra che stiamo andando nella giusta direzione – commenta Ugo Di Francesco, CEO del Gruppo Chiesi. – Questo è il risultato di un percorso fatto di impegno e dedizione, che ci offre una grande spinta a continuare su questo cammino per migliorare la salute e il benessere dei pazienti e la loro qualità di vita».

«Chiesi dedica particolare attenzione alla collaborazione con gli stakeholder per trovare nuove metodologie di lavoro con i gruppi di pazienti e Associazioni. Lo scopo è promuovere un approccio della politica nazionale patient friendly e sostenibile per le malattie rare e ultra-rare in Europa – aggiunge Alessandro Chiesi, Head of Region Europe, Gruppo Chiesi. – Crediamo che solamente tramite un mutuo dialogo fra i diretti interessati sia possibile arrivare a soluzioni per far fronte a grandi sfide; questo, oltre ad aumentare il livello di preparazione del nostro Sistema Sanitario, per il presente e futuro accesso dei pazienti a terapie innovative che facciano la differenza nella vita quotidiana dei pazienti».

Pipeline di Chiesi per malattie rare e ultra-rare

È oltre 10 anni che Chiesi ha accettato questa sfida, contribuendo così alla nascita e allo sviluppo di Holostem Terapie Avanzate. La collaborazione con Holostem ha contribuito alla creazione della prima terapia avanzata a base di cellule staminali, approvata e formalmente registrata nel mondo occidentale, in grado di restituire la vista a pazienti con gravi ustioni chimiche o fisiche della cornea.

Negli ultimi anni, l’azienda sta costruendo un portfolio di prodotti che potrebbero apportare un valore aggiunto al sistema sanitario e cambiare la vita dei pazienti che soffrono di malattie lisosomiali rare e/o ultra-rare.

Velmanase alfa è la prima terapia enzimatica sostitutiva per il trattamento delle manifestazioni non neurologiche in pazienti affetti da alfa-mannosidosi da lieve a moderata, malattia ultra-rara e altamente invalidante di origine genetica per la quale non esiste alcuna cura alternativa approvata.

Chiesi, inoltre, ha recentemente ottenuto i diritti per la commercializzazione di:

  • una nuova formulazione a rilascio immediato di cisteamina cloridrato per la cura di pazienti affetti da cistinosi nefropatica,
  • pegunigalsidase alfa (CHF 6657), una versione chimicamente modificata di una proteina ricombinante alfa Galactosidase-A, attualmente in fase III degli studi clinici per il trattamento della malattia di Fabry.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here