Gilead Sciences ha annunciato i risultati di due studi che supportano l’ulteriore sviluppo di GS-6207, un nuovo inibitore selettivo – il primo del suo genere – della funzionalità del capside dell’HIV-1, per un potenziale uso futuro nell’ambito della terapia combinata dell’HIV a lunga durata d’azione.

GS-6207, inibitore selettivo del capside del virus HIV-1, è studiato per un potenziale uso futuro in combinazione con altre terapie
Un nuovo inibitore selettivo della funzionalità del capside dell’HIV-1 viene studiato come potenziale futura terapia di associazione

I dati intermedi in cieco di uno studio di fase I condotto su soggetti sani hanno dimostrato che singole dosi di GS-6207 fino a 450 mg, somministrate per via sottocutanea, hanno permesso di ottenere livelli di concentrazione sostenuti e sono state ben tollerate.

Separatamente, i dati in vitro hanno dimostrato potenza picomolare con GS-6207, anche contro ceppi di HIV resistenti ad altre classi di agenti antiretrovirali (ARV).

I dati sono stati presentati alla CROI (Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections, Conferenza su retrovirus e infezioni opportunistiche), svoltasi a Seattle (Sessione O-06).

Gilead ha avviato uno studio di fase Ib con questo inibitore selettivo della funzionalità del capside dell’HIV-1 nelle persone affette da HIV.

GS-6207 è una terapia sperimentale e non approvata da alcuna Autorità Regolatoria a livello globale; la sua sicurezza e la sua efficacia non sono state stabilite. Non esiste una cura per l’HIV o l’AIDS.

Lo studio di fase I su GS-6207 

GS-6207 è stato valutato in 40 soggetti sani che hanno partecipato a uno studio di fase I randomizzato, condotto in cieco e controllato con placebo su sicurezza, tollerabilità e PK. I partecipanti sono stati randomizzati (4:1) in 4 coorti di escalation sfasata del dosaggio, per ricevere GS-6207 (n = 8/coorte) o placebo (n = 2/coorte), a 30, 100, 300 o 450 mg. Durante le 20 settimane di studio (per la coorte con 30 mg) fino alle 4 settimane di studio (per la coorte con 450 mg) non si sono verificati decessi, eventi avversi (EA) gravi o di grado 3 o 4.

La maggior parte degli eventi avversi sono stati lievi (grado 1) e si sono risolti. Sono stati stimati i parametri di PK per le coorti con 30 mg e 100 mg; le analisi per le coorti con 300 mg e 450 mg sono ancora in corso.

Il profilo farmacocinetico di GS-6207 somministrato per via sottocutanea è coerente con un rilascio sostenuto nel tempo, a supporto di un intervallo di somministrazione di almeno 3 mesi.

Lo studio in vitro su GS-6207

Lo studio in vitro ha valutato il profilo farmacologico di GS-6207, il quale ha dimostrato una potenza fino a oltre 100 volte maggiore rispetto ad alcuni ARV comunemente prescritti, nonché un’attività antivirale sinergica quando usato in combinazione con gli ARV tenofovir alafenamide (25 mg), efavirenz (600 mg), dolutegravir (50 mg) o darunavir (800 mg).

Lo studio in vitro ha anche dimostrato che GS-6207 mantiene una piena potenza nei confronti una vasta gamma di ceppi di HIV-1 resistenti ad altre classi di ARV.

Articoli correlati

Coinfezione HIV/HCV

HIV e malattie sessualmente trasmissibili negli over 50

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here