Il Covid-19 ha riempito la scena dell’ultimo anno, ma dietro le quinte la tubercolosi (TB) rimane un nemico altrettanto pericoloso. La European & Developing Countries Clinical Trials Partnership (EDCTP, un programma finanziato nell’ambito di Horizon 2020) e l’Amsterdam Institute for Global Health and Development (AIGHD) hanno lanciato una nuova roadmap che si propone di supportare lo sviluppo di vaccini contro la tubercolosi sul modello di quanto fatto per quelli contro il Covid-19. 

La presentazione dell’iniziativa è avvenuta nel corso del Virtual Global Forum on TB Vaccines, tenutosi il 20 aprile scorso. Il progetto vede anche la stretta collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità. “Il nostro impegno duraturo a contribuire attivamente allo sforzo concertato e globale che porterà fine alla tubercolosi è il driver principale che spinge ad investire in questa nuova roadmap globale molto consultiva sul vaccino TB. Il lancio giunge puntuale per far leva sui più recenti avanzamenti e sulle nuove opportunità sorte dalle lezioni apprese per altre malattie, come il Covid-19”, ha commentato il direttore esecutivo di EDCTP, Michael Makanga.

Uno sforzo che vedrà impegnati tutti gli attori

Questa roadmap riflette l’analisi collettiva fatta dagli utilizzatori finali, dagli implementatori, da regolatori, finanziatori, produttori e ricercatori, sulle barriere alla ricerca e sviluppo dei vaccini TB e sulle azioni che dovremmo intraprendere per superarle”, ha aggiunto il Chair dell’Executive Board di AIGHD, Frank Cobelens. 

La speranza è che quest’esercizio sortisca gli stessi risultati positivi visti per lo sforzo collaborativo che ha portato in pochi mesi allo sviluppo dei vaccini Covid. Le attuali barriere e le possibili soluzioni citate da Cobelens sono state individuate attraverso un processo iterativo di consultazione condotto a livello globale, che ha portato ad individuare tre aree di priorità e tre fattori abilitanti ritenuti chiave per la buona riuscita dell’iniziativa. Le prime comprendono, rispettivamente, la necessità di diversificare le pipeline dei candidati vaccini TB, di accelerare lo sviluppo clinico e di assicurare un impatto sulla salute pubblica. Obiettivi che potranno essere raggiunti grazie alla disponibilità di finanziamenti adeguati, coinvolgimento di tutti gli stakeholder e usando un approccio open alla scienza. 

La tubercolosi continua a rappresentare una grande sfida per la salute pubblica, in particolare nei paesi a reddito medio-basso, ed è responsabile per oltre 1,4 milioni di morti l’anno (dati EDCTP). I vaccini sono ritenuti uno strumento indispensabile per riuscire a conseguire gli obiettivi di controllo della malattia su scala globale; la mancanza di finanziamenti dedicati a questo settore ha finora frenato la ricerca in tal senso. Grazie alla nuova roadmap, questa dovrebbe ora dirigersi in modo più deciso verso la creazione di nuove partnership coordinate e cross-settoriali, basate su un approccio end-to-end allo sviluppo dei vaccini, che parta dalle fasi precoci di discovery per estendersi sino all’implementazione programmatica. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here