La notizia dello scandalo risale all’inizio di marzo, quando l’Antitrust aveva sanzionato con una multa da oltre 180 milioni di euro Roche e Novartis, accordatesi per dividersi i proventi miliardari dalla vendita di Avastin e Lucentis. “I due gruppi – diceva l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato – si sono accordati illecitamente per ostacolare la diffusione dell’uso di un farmaco molto economico, Avastin, nella cura della più diffusa patologia della vista tra gli anziani e di altre gravi malattie oculistiche, a vantaggio di un prodotto molto più costoso, Lucentis, differenziando artificiosamente i due prodotti”, comportando in questo modo al SSN un esborso aggiuntivo stimato in oltre 45 milioni di euro nel solo 2012, con possibili maggiori costi futuri fino a oltre 600 milioni di euro l’anno.
avastin lucentisLe due case farmaceutiche erano ricorse in appello dinanzi alle autorità competenti, ma il Tar del Lazio ha respinto i ricorsi e ha confermato la multa inflitta dall’Antitrust: Novartis e Roche dovranno sborsare rispettivamente 92 e 90,5 milioni di euro.

Novartis – ricevuto l’avviso di deposito della sentenza del Tar ma non ancora la sentenza definitiva con le motivazioni – non commenta in merito al razionale o al contenuto della sentenza, ma in un comunicato respinge fermamente le accuse di comportamento anti concorrenziale e afferma che ogni accusa di condotta anti-competitiva è priva di fondamento: “Adotteremo i necessari provvedimenti al fine di appellare la decisione dinanzi al Consiglio di Stato – dice il gruppo farmaceutico. – Novartis opera secondo i più elevati standard e ha sempre agito nel rispetto della normativa italiana e del contesto regolatorio italiano ed europeo. Novartis ritiene che la decisione dell’Antitrust sia in contrasto con la normativa europea, fondamentale al fine di assicurare la sicurezza dei pazienti. Tutti i pazienti hanno diritto di accedere a farmaci che sono prescritti e utilizzati conformemente alle indicazioni approvate”.

Articoli correlati

Il Ministero chiede i danni

Farmacie ospedaliere: garanzia di sicurezza

Caso Avastin-Lucentis, Aifa ha agito nell’interesse dei pazienti

Antitrust multa Roche e Novartis. Plauso di Aifa alla decisione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here