Puntuale come a ogni inizio di nuovo anno, Deloitte ha pubblicato il report “2016 Global life science sector outlook”, che analizza a 360 gradi le prospettive per il 2016 nel settore della salute e della sanità. L’anno si è aperto con grosse tensioni sui mercati, estremamente volatili e soggetti a pressioni  economico-finanziarie, geo-politiche e sociali.

Il 2016 dovrebbe essere ancora una anno di crescita per l'intero comparto della salute
Il 2016 dovrebbe essere ancora una anno di crescita per l’intero comparto della salute

La farmaceutica fa sempre la parte del leone sui mercati globali (1,11 miliardi di dollari di valore per il comparto secondo Deloitte), seguita dalla distribuzione ($ 800 milioni); più distanziati rimangono i settori biotech ($ 311 milioni ) e delle tecnologie medicali ($ 369 milioni).

Le prospettive per le vendite nel settore farmaceutico vedono una discesa del 2,7% nel 2016; l’outlook di Deloitte rimane complessivamente positivo sul periodo 2015-2019, con un andamento atteso che va in parallelo a quello della spesa sanitaria. Le vendite globali per il solo settore del farmaco dovrebbero raggiungere 1,4 miliardi di dollari nel 2019. Le specialità contano oggi, secondo l’analista, per il 31,8% della spesa farmaceutica totale e dovrebbero raggiungere il 44% entro il 2017. L’impatto dei medicinali equivalenti dovrebbe aumentare dal 27% del 2012 (267 miliardi di dollari) al 36% nel 2017 (421 miliardi).

Nel settore biotecnologie le prospettive indicano un aumento delle vendite dai 289 miliardi di dollari stimati per il 2014 a $ 445 miliardi del 2019; la quota dei prodotti biotech sul mercato dei farmaci su prescrizione e OTC dovrebbe raggiungere il 26 percento tra quattro anni.

Deloitte si aspetta un trend positivo di crescita anche per il settore delle tecnologie medicali, il cui valore dovrebbe aumentare dai 369 miliardi di dollari del 2015 ai $ 454 miliardi del 2019, con una crescita annua di circa il 4,1%.

All’interno del quadro di crescente incertezza globale, la spesa sanitaria mondiale vede secondo Deloitte una prospettiva di crescita del 4,3% l’anno fino al 2019, grazie alla crescente pressione per la riduzione dei costi, l’aumento dell’efficacia e la fornitura di servizi ad alto valore aggiunto. Il report indica l’Europa come l’area geografica più penalizzata dall’incertezza dei mercati (solo l’1,4% di crescita attesa), mentre l’India (+16,1%) dovrebbe essere la zona a più elevato tasso di sviluppo. La regione asiatica nel suo complesso dovrebbe crescere del 6,6%, il Medio oriente e l’Africa del 9,3, il Nord America del 4,8 e l’America latina del 3,1%.

I driver principali di crescita indicati dall’analisi per il comparto Life Sciences sono legati all’aumento della popolazione mondiale e al suo progressivo invecchiamento, con contemporaneo allungamento delle prospettive di vita e al parallelo, crescente impatto delle patologie croniche e della possibilità di accesso alle cure.

Come vedi le prospettive di crescita del comparto salute?

Facci sapere cosa ne pensi inviando un commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here