Nima Erre.Ti Packaging nasce nel 1997 dall’esperienza quarantennale che Raffaele Trezza ha maturato nel settore; deve l’attuale denominazione alla fusione tra le realtà Nuova Nima (presente sul mercato dal 1984) ed Erre.Ti Packaging specializzate, rispettivamente, nella fornitura di servizi di manutenzione e assistenza e nella progettazione e realizzazione di macchine per il confezionamento.

La fusione del know-how e del patrimonio di esperienze e competenze delle due aziende consente a Nima Erre.Ti Packaging di proporsi alle industrie farmaceutiche, cosmetiche, chimiche e alimentari come partner in grado di rispondere a tutte le problematiche relative al confezionamento, offrendo una gamma completa e diversificata di prodotti e servizi con un approccio personalizzato e flessibile.

Con Alessandro Trezza, figlio del fondatore e attuale responsabile dell’ufficio progettazione, abbiamo approfondito le dinamiche che hanno fatto della società un punto di riferimento tecnologico nel settore e le più recenti innovazioni.

Quali sono i vostri mercati di riferimento?
Il nostro portafoglio clienti comprende numerose aziende di ogni tipologia e dimensione: dalle grandi multinazionali farmaceutiche e cosmetiche alle medie e piccole imprese locali e anche ai terzisti. Seguiamo i nostri clienti in tutte le fasi precedenti e successive alla vendita, con un approccio sempre mirato e studiato sulle specifiche esigenze e caratteristiche dei loro prodotti e processi produttivi, con un full service completo che può andare dalla fornitura della singola macchina per arrivare sino a quella di linee di confezionamento complete. Il nostro obiettivo prioritario è quello di dare una risposta quanto più possibile immediata alle richieste di ogni cliente, con la più totale disponibilità e apertura nei loro confronti e garantendo rapidità ed efficienza proprie di un’azienda rimasta, per scelta, di dimensioni relativamente contenute e dinamica.

Una delle prime macchine che avete progettato è stata l’intubettatrice MTL: quali sono le sue caratteristiche?
È una macchina lineare (coperta da brevetto) di dimensioni ridotte, silenziosa e veloce che può raggiungere i 24 mila tubetti all’ora. Ideale per essere utilizzata nelle camere sterili, assicura una totale affidabilità nel tempo ed è competitiva anche nel prezzo. Per garantire un’estrema facilità di intervento e di controllo è accessibile da tutti i lati, ma a differenza delle classiche rotative/ovali tutto il processo di alimentazione, riempimento e chiusura del tubetto è in linea, frontale alla macchina; questa caratteristica permette all’operatore di seguire il tubetto in tutte le fasi, dall’ingresso all’uscita, senza dover girare intorno alla macchina. Altra caratteristica importante è che il tubetto non viene mai lasciato cadere; sia l’ingresso in macchina che l’uscita sono orizzontali e guidati, cosa fondamentale soprattutto per i tubetti in alluminio, evitando così possibili urti e danneggiamenti estetici del prodotto.

La macchina è stata concepita con una logica modulare ed è disponibile in diverse versioni e velocità produttive, sempre in linea: MTL 100, 100/2, 200, 200/2, 300, 300/2, 400; questo permette di aumentare la produzione semplicemente aggiungendo linee a sbalzo, senza andare a incrementare le dimensioni della struttura.

Caratteristica fondamentale di tutti i modelli è la possibilità di montare una “testata unica” per la chiusura dei tubetti in metallo, plastici e accoppiati in un’unica soluzione senza ulteriori cambi formato. Per supportare adeguatamente la grande produzione delle macchine intubettatrici MTL abbiamo realizzato i caricatori tubetti Jumbo che possono raggiungere elevate capacità.

Tube Filling machine MTL 400

Grazie agli investimenti più recenti, con quali soluzioni avete ampliato il vostro catalogo?
Abbiamo implementato la nostra offerta con due tipologie di astucciatrici, una continua e una alternata (a breve sarà disponibile anche un modello verticale). La prima, l’AC 200 Compact, è una macchina continua estremamente compatta, lunga solo 2,7 metri (la più piccola della sua categoria), capace di raggiungere la produzione di 200 astucci al minuto e di lavorare i grandi formati fino a 250 mm di lunghezza.

Anche nel caso del modello a moto alternato, l’AA Compact, parliamo di una macchina compatta (2 metri di lunghezza), con una capacità di produzione di 100 astucci al minuto, anch’essa in grado di lavorare i grandi formati.

Tutti i gruppi di lavorazione astuccio e caricamento prodotto di entrambe le macchine sono a sbalzo (la stessa caratteristica delle nostre intubettatrici); questa struttura rende particolarmente facile la pulizia e diminuisce i tempi e i costi di manutenzione perché il pulviscolo della carta degli astucci lavorati non cade mai all’interno della macchina ma direttamente a terra.

Tra le soluzioni che proponete c’è anche un modello di depolverizzatore.
Il depolverizzatore Clean System è stato studiato principalmente per l’industria farmaceutica, per eliminare la polvere dalle compresse e agevolando quindi le operazioni successive come la filmatura o il confezionamento. È un impianto di facile installazione, pulizia e semplicemente sanitizzabile; regolabile in altezza, va applicato direttamente presso lo scivolo di scarico della comprimitrice. L’eliminazione della polvere e della bava avviene grazie alla vibrazione sussultoria (regolabile) lungo un percorso di quattro metri dal basso verso l’alto, effettuato in una coclea a chiocciola con una pista per le compresse e una sottostante e separata per il polverino di risulta, che viene recuperato grazie a un apposito scivolo.

Depolverizzatore Clean System

Come abbiamo già accennato, il secondo focus – non per importanza – della vostra attività è legato al servizio di manutenzione e assistenza: come viene gestito?Operiamo anche come officina meccanica generica e offriamo il nostro servizio di assistenza sia agli acquirenti e utilizzatori dei nostri impianti di confezionamento che a tutte le aziende del settore packaging che necessitano del nostro intervento, su tutti i macchinari di tutti i brand attualmente presenti in produzione. Ci occupiamo quindi del rilievo e costruzione o aggiustaggio di ogni componente meccanico o di nuove attrezzature, di reverse engineering e scansioni 3D, di revisioni e messa a norma delle macchine usate, di assistenza tecnica sia meccanica che elettrica.
Negli anni ci siamo fortemente specializzati negli interventi d’urgenza, a cui riusciamo a rispondere tempestivamente grazie a un’attrezzata officina interna dove possiamo produrre direttamente la ricambistica necessaria e a un gruppo di tecnici altamente competenti.


Fondata nel 1997 da Raffaele Trezza, Nima Erre.Ti Packaging srl garantisce una diversificata gamma di servizi operando sia come officina meccanica in grado di supportare qualsiasi reparto produttivo in ambito packaging, sia come produttore diretto di macchine e linee complete (intubettatrici lineari e rotative, depolverizzatori, astucciatrici, impianti speciali).

 

 

 

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here