Sfida in corso per l’imballaggio dei farmaci. La green economy impone infatti l’utilizzo di materiali riciclabili e facilmente smaltibili e pertanto le confezioni farmaceutiche devono adeguarsi e abbandonare la via fino a qui percorsa. Le politiche decise a livello internazionale per ridurre l’inquinamento del pianeta riguardano tutti i settori della vita e delle attività umane e non escludono quindi il settore farmaceutico. I principali produttori si stanno adattando alle nuove esigenze e le confezioni dei prodotti farmaceutici vengono realizzate utilizzando materiali riciclabili con facilità e molte volte: plastica, carta, vetro e alluminio.

Requisiti

Le confezioni per i medicinali devono rispondere a requisiti molto specifici e importanti per garantire che il packaging:

  • non contamini o alteri il farmaco
  • protegga il contenuto
  • sia facilmente manovrabile per accedere al medicamento
  • sia difficilmente manomissibile

Materiali più usati

Secondo il rilevamento eseguito dallIstituto italiano imballaggio e relativo al 2017, la classifica dei materiali utilizzati per il packaging primario vede in testa l’alluminio con il 60,7% del totale, seguito dal vetro (20,2%), dalla plastica (18,8%) e dalla carta (0,2%).

Gli imballaggi secondari sono fatti di cartoncino, quelli per il trasporto sono fabbricati con materiale vario (ad esempio cartone, pellicole in materiale plastico). I bugiardini, che fanno parte della confezione del medicinale, sono realizzati con la carta.

Dati di mercato

Nel 2017 sono state prodotte in Italia circa 50.000 tonnellate di imballaggi primari per farmaci etici e OTC venduti in farmacia. Considerando anche gli imballaggi secondari si arriva a un totale finale di circa 90.000 tonnellate. Rispetto all’anno precedente, il 2016, si è registrata una flessione dell’1%, ma si tratta comunque di cifre molto importanti considerando la necessità di smaltimento e di riciclo dei materiali.

Nel periodo 2000-2017 si è registrato un aumento medio annuo di circa il 1,4% del numero di confezioni prodotte.

L’imballaggio di un farmaco deve essere in grado di proteggere in maniera adeguata il contenuto ma al tempo stesso deve garantire un semplice e funzionale utilizzo da parte degli utenti. Il mercato dei farmaci non conosce crisi. Secondo le previsioni di EvaluatePharma, il valore complessivo mondiale dei medicinali supererà il trilione di dollari entro il 2024 con un tasso di crescita annuale di oltre il 6%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here