Si chiama AIFA Medicinali la nuova applicazione per dispositivi mobili creata dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) per offrire agli utenti uno strumento pratico e immediato per accedere a informazioni e ricevere notifiche sui farmaci. Disponibile per il momento in versione Beta, la app è gratuita e può essere scaricata da Google Play Store e App Store.

Aifa Medicinali offre un unico punto di accesso, sempre a disposizione, a tutte le informazioni sui farmaci. Tramite di essa è, infatti, possibile accedere direttamente alla Banca Dati dei farmaci di AIFA, effettuare ricerche dettagliate sulle singole confezioni, consultare il Foglio Illustrativo (FI) e il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) dei medicinali d’interesse, visualizzare e verificare lo stato di commercializzazione dei medicinali autorizzati in Italia.

È anche possibile creare uno o più “armadietti” virtuali dove conservare le informazioni sui  farmaci di utilizzo più frequente. La app permette anche d’impostare promemoria per ricordare l’assunzione dei medicinali (che possono anche essere salvati tra i “Preferiti”), a supporto della corretta assunzione delle terapie.

AIFA Medicinali permette, infine, di rimanere sempre aggiornati su eventuali situazioni di carenza dei farmaci di proprio interesse e tenere sotto controllo la scadenza delle confezioni, mediante il servizio di notifica. È anche possibile inserire nell’App una o più tessere sanitarie, per averle a disposizione in qualsiasi momento sul proprio dispositivo mobile.

Il direttore generale di AIFA Nicola Magrini ha commentato l’iniziativa sottolineando come essa derivi da un’esigenza segnalata dalle stesse associazioni di persone con patologie croniche e invalidanti, che hanno sollecitato l’Agenzia a sviluppare una app che li aiutasse a controllare meglio le possibili carenze, a consultare informazioni aggiornate sui farmaci, ricevere prime indicazioni  su ‘Cosa fare quando un farmaco è carente’ e avvisi sulla loro disponibilità in commercio. “Chiaramente la App AIFA Medicinali mette a disposizione vari strumenti di supporto per la consultazione agile e per favorire l’aderenza alle terapie mediante semplici promemoria che ricordano dosi, tempi, modalità di assunzione e scadenza del farmaco. Abbiamo anche in cantiere un’altra app per la prescrizione degli antibiotici più efficaci, sicuri e a minor rischio di sviluppare resistenze”, ha aggiunto Magrini.

“Questa App è l’esempio di una collaborazione virtuosa tra le istituzioni e il mondo del volontariato”, ha sottolineato Giovanni Battista Pesce, presidente dell’Associazione Italiana contro l’epilessia, anche a nome di ANFAS e FISH. “Essa rappresenta un importante segnale di attenzione concreta al tema delle patologie croniche”.