L’intervento con finalità di tipo energetico nel sistema di illuminazione industriale è di grande importanza per l’industria farmaceutica, fortemente regolata e che presenta l’esigenza di una produzione tracciata e controllata.

Requisiti degli apparecchi d’illuminazione delle clean room

Nel caso delle clean room gli apparecchi d’illuminazione devono possedere i seguenti requisiti:

  • Design igienico: infatti dove ci sono interstizi e scanalature si possono infiltrare particelle difficili da rimuovere, anche con una pulizia molto accurata. Pertanto, nelle camere bianche occorrono superfici lisce e ben lavorate. Un
    Esempio di apparecchiatura d’illuminazione per clean room

    grado di protezione IP elevato serve a garantire che umidità e polveri sviluppate in produzione non penetrino all’interno dell’alloggiamento dell’apparecchio di illuminazione.

  • Superfici resistenti: nel rispetto delle normative è obbligatorio pulire e/o disinfettare regolarmente gli impianti installati in una camera bianca. Di conseguenza, bisogna scegliere materiali che resistano al contatto diretto con i detergenti aggressivi, che siano robusti biologicamente e che non costituiscano un pericolo per i prodotti finiti. Tra le attività preliminari è essenziale la corretta valutazione delle ore di funzionamento previste.

Nei casi più semplici non si considerano applicazioni legate a sensori di presenza, sensori di illuminamento, programmazione a orari, sfruttamento della luce naturale.

Valutazione economica

Gli aspetti economici da tenere in considerazione per il rifacimento dell’illuminazione sono legati principalmente al risparmio economico dovuto alla riduzione dei consumi di energia elettrica. Il calcolo dei costi viene comunque suddiviso sulle 4 macro voci legate al progetto:

gestione del progetto: si valutata sulla base dei progetti precedenti per affinità di tecnologia, dimensione del progetto e dislocazione geografica dell’impianto.

progettazione: si valuta in funzione delle dimensioni dell’impianto da realizzare tenendo in considerazione un importo minimo legato ai costi fissi del progettista per i calcoli illuminotecnici. Tali costi si considerano inclusi nella offerta del fornitore dei corpi illuminanti a Led.

fornitura e installazione impianto. Si stima partendo dalla distinta dell’impianto del cliente in termini di:

  • numero di corpi illuminanti presenti;
  • potenza;
  • campo di applicazione dell’impianto
  • stato attuale dell’impianto

Sulla base di queste informazioni si stima il valore economico di fornitura e installazione utilizzando come riferimento i listini prezzi interni e impianti di confronto realizzati. Il costo di installazione viene stimato utilizzando parametri interni modificati percentualmente a seconda delle condizioni di installazione.

sistema di misura: il processo di stima delle componenti dell’impianto di misura è suddiviso in due fasi sequenziali. La prima fase prevede la valutazione del numero di quadri elettrici coinvolti eseguendo una stima economica fissa associata a ciascun quadro elettrico. La seconda fase, di dettaglio, viene stimata eseguendo un’analisi puntuale per ciascun quadro e considerando:

  • dislocazione dei quadri sulle planimetrie;
  • presenza di quadro generale luce;
  • numero e tipologia di interruttori coinvolti;
  • amperaggi e struttura dei cablaggi interni del quadro (Campagna di misura Ex-ante);
  • presenza di reti Wi-Fi per la comunicazione senza fili;
  • presenza di reti ethernet cablate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here