Campionamento microbiologico dell’aria tramite SAS

Il campionamento microbiologico tramite SAS (Surface Air System) è uno strumento ad impatto ortogonale e rientra nel tipo di campionamento attivo. Il SAS è un sistema molto utilizzato nel campionamento della qualità dell’aria indoor, perché consente un controllo sia continuo che sequenziale, e di durata variabile da pochi minuti a diverse ore.

Attraverso l’uso di campionatori di tipo SAS una quantità predefinita di aria viene aspirata e convogliata in un coperchio, sotto cui è presente una piastra di Petri contenente terreno di coltura agarizzato. Finito il tempo necessario a campionare il flusso d’aria, la piastra di Petri viene rimossa e messa ad incubare, per verificare le colonie di virus e batteri sviluppatesi per UFC/m3 e valutare il livello di contaminazione.

Il controllo della contaminazione batterica attraverso le Piastre di Petri da 90mm rappresenta il metodo di campionamento tradizionale anche se quello tecnologicamente meno avanzato. Uno strumento su tutti per compiere tale tipo di campionamento è rappresentato dall’impattore microbiologico MICROBIO MB2. Tale strumento è prezioso per convalidare camere bianche in conformità normativa con la ISO 14698 ed è in grado di utilizzare sia piastre di Petri da 90 millimetri sia le contact da 55 mm con un’ampia gamma di terreni, rendendolo uno strumento versatile, a basso costo e di semplice utilizzo.

 

Per saperne di più 

 

Campionamento microbiologico con piastra rotante

Diverso è invece il metodo di campionamento microbiologico attraverso piastra rotante. Il processo inizia con l’aria che viene aspirata ad alta velocità attraverso una fessura di ingresso molto stretta, prima che le particelle, compresi i microbi nell’aria, impattino e si attacchino su una superficie di agar in una capsula di Petri.

A questo punto, la capsula di Petri viene ruotata lentamente sotto il foro di entrata assicurando così che l’aria impatti continuamente su una nuova superficie di agar. Ciò riduce drasticamente la probabilità di un “conflitto gemello”, fenomeno che si presenta quando due microbi atterrano nello stesso punto apparendo come un’unica colonia dopo essere stati incubati, problema associato ai campionatori di tipo SETACCIO.

L’impattore microbiologico portatile ImpactAir140 utilizza piastre Petri da 14 cm, che consentono al sistema di campionare per periodi più lunghi su un’unica piastra. Il tempo di campionamento è programmabile da minuti a molte ore. Con una piastra di agar a riempimento profondo è possibile compiere il campionamento per diverse ore su una singola piastra. Il campionamento di 1m3 si ottiene in 35 minuti e 20 secondi con una portata di 1ft3 al minuto.

Con qualsiasi campionatore ad impatto, la distanza tra l’iniettore e la superficie dell’agar è critica e ha un effetto importante sull’efficienza del campionamento. L’agar nelle piastre di Petri spesso non ha una profondità costante, quindi ImpactAir140 è il primo campionatore del suo genere a utilizzare un rilevamento e un controllo di precisione per regolare automaticamente la distanza durante l’intera corsa e garantire che venga mantenuto un valore d50 coerente. Ciò è supportato dai risultati ottenuti dalla validazione fisica e biologica indipendente effettuata da Public Health England (PHE).

A differenza di altri campionatori d’aria, ImpactAir140, grazie al suo design unico, non rilascia particelle, quindi è in grado di funzionare in ambienti affiancato da dispositivi di conteggio delle particelle senza causare un aumento delle letture. Presentando vibrazioni molto basse, ImpactAir140 può essere utilizzato anche vicino alle bilance.

 

Per saperne di più

 

Campionamento Microbiologico in Real Time

Biotrak
Biotrak

L’innovazione tecnologica ha portato ad una rivoluzione del monitoraggio della contaminazione degli ambienti sterili rendendo obsoleto l’utilizzo delle piastre di Petri.

La nuova tecnologia a bio-fluorescenza in grado di compiere un campionamento microbiologico continuo e in real-time assicura una maggiore efficienza dei reparti produttivi dando dei riscontri immediati in merito alla contaminazione microbica degli ambienti. A differenza dei sistemi tradizionali di monitoraggio microbico, che richiedono interventi durante il processo, il monitoraggio in tempo reale garantisce continuità senza la necessità di intervento umano.

Il sistema di monitoraggio particellare real-time Biotrak combina tre strumenti in uno offrendo la conta particellare in conformità agli standard ISO, la conta in real-time di particelle vitali e il campionamento microbiologico su membrana per la successiva identificazione. Non essendo necessario l’utilizzo delle piastre di Petri, consente di ridurre le interruzioni di linea derivanti dal cambio piastra e la presenza del personale nelle aree a rischio.

Biotrak offre le migliori caratteristiche di versatilità e prestazioni della categoria nel settore del monitoraggio microbiologico in real-time, essendo utilizzabile sia in modalità stand-alone, sia attraverso l’integrazione in un Facility Monitoring System. Grazie alla tecnologia Laser Induced Fluorescence (LIF) brevettata per determinare la vitalità delle particelle, il sistema è in grado di eccitare diverse molecole presenti in ogni organismo vivente per distinguere le particelle biologiche da quelle inerti, attraverso l’utilizzo di due laser che lavorano con differenti lunghezze d’onda.

 

Per saperne di più

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here