C’è tempo fino al 6 ottobre prossimo per presentare la domanda di ammissione a uno dei due nuovi Master di II livello in Medicina basata su tecnologie avanzate dell’Università degli Studi di Milano, che puntano a creare nuove competenze nei domini dell’intelligenza artificiale, machine learning, data mining, predictive analytics e robotica per applicazioni in ambito medico-sanitario.

Artificial intelligence and machine learning in cancer medicine

Obiettivo del primo master è formare nuove figure professionali in grado di utilizzare le nuove risorse dell’intelligenza artificiale, in particolare per quanto riguarda la medicina oncologica, settore che pone sempre maggiore attenzione alla gestione dei dati clinici e genomici, all’implementazione di Molecular Tumor Boards nelle strutture sanitarie e allo sviluppo di algoritmi di decision making. L’utilizzo degli algoritmi di AI propone un paradigma tutto nuovo per approcciarsi ai processi di diagnosi, intervento e organizzazione nelle diverse specializzazioni mediche, un settore che può anche presentare interessanti opportunità d’investimento e imprenditorialità al servizio della salute pubblica.

Il master si articola in 510 ore totali divise tra didattica frontale, analisi di casi di studio e seminari, più 250 ore di tirocinio; i posti disponibili sono venticinque. Al centro degli insegnamenti figura la comprensione dei principali algoritmi e metodi e delle sfide all’implementazione dell’AI nel contesto della Salute. 

Chirurgia urologica robot-assistita 

Il secondo percorso di studi è indirizzato a formare nuovi specialisti nell’ambito della chirurgia urologica robot-assistita, in particolare quella mini-invasiva, in grado di agire lungo tutto l’iter procedurale, dall’organizzazione della sala operatoria, all’operazione chirurgica, fino alla gestione perioperatoria del paziente.

Il Master comprende attività, erogate anche in modalità e-learning, per un totale di 500 ore, più 250 ore di tirocinio; i posti disponibili sono venti. I corsi permetteranno di acquisire conoscenze  a livello di anatomia chirurgica urologica, trattamento teorico e pratico delle patologie urologiche benigne e maligne con approccio laparoscopico robot-assistito, diversi accessi chirurgici per il trattamento della patologia urologica, complicanze chirurgiche intra- e postoperatorie e loro gestione tempestiva, principi di economia sanitaria e bioetica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here