Novartis ha annunciato l’approvazione in Italia di secukinumab per spondilite anchilosante (SA) attiva e artrite psoriasica (AP) attiva.

Secukinumab per SA e AP approvato in Italia. L'indicazione per spondilite anchilosante e artrite psoriasica è sostenuta da 4 studi su pazienti naïve al trattamento biologico o intolleranti ai farmaci anti TNF19
Secukinumab per SA e AP approvato in Italia. L’indicazione per spondilite anchilosante e artrite psoriasica è sostenuta da 4 studi su pazienti naïve al trattamento biologico o intolleranti ai farmaci anti TNF19

Secukinumab (Cosentyx®)  è un anticorpo monoclonale totalmente umano inibitore dell’interleuchina-17A (IL-17A) in grado di contrastare la progressione e limitare i sintomi di artrite psoriasica e spondilite anchilosante.

Secukinumab ha conseguito risultati positivi negli studi di Fase III per il trattamento della AP e della SA.

Più di 50 Paesi hanno approvato il secukinumab per il trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa, inclusi i Paesi dell’Unione europea e Giappone, Svizzera, Australia, USA e Canada.

In Europa il secukinumab è la prima terapia biologica di prima linea approvata per il trattamento sistemico della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti.

Negli Stati Uniti il secukinumab è approvato come trattamento della psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti candidati alla terapia sistemica o alla fototerapia.

A consentire il debutto del secukinumab sul mercato italiano sono:

  • rapidità nel miglioramento dei sintomi già a partire dalla settimana 1-3;
  • efficacia prolungata nel controllo dei segni e sintomi nell’80% nei pazienti anti-TNF-naïve a 1 anno;
  • arresto della progressione del danno strutturale nell’80% dei pazienti a due anni;
  • profilo di sicurezza favorevole: bassa riattivazione TB, ISRs (injection site reactions) rischio di infezioni e immunogenicità.

Studi clinici a supporto dell’approvazione di Secukinumab per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Le evidenze cliniche che supportano queste indicazioni sono basate sui risultati di quattro studi di fase III controllati vs placebo, condotti su 1.500 pazienti adulti affetti da SA o AP naïve al trattamento biologico o intolleranti ai farmaci anti TNF19.

«In Italia oltre 600.000 persone hanno ricevuto una diagnosi di artrite psoriasica o spondilite anchilosante. Per entrambe le patologie – ha dichiarato Gianfranco Ferraccioli, direttore Area Reumatologia, Allergologia e Dermatologia Policlinico A. Gemelli, Roma – persiste un bisogno insoddisfatto di nuovi farmaci. Molti pazienti, infatti, non rispondono adeguatamente o non tollerano le terapie loro prescritte ed in particolare fino al 40% non trae sufficiente giovamento dalla terapia con farmaci inibitori del TNF a (anti-TNF). Da oggi in poi questi pazienti potranno iniziare a beneficiare di un farmaco di nuova generazione in grado di apportare un reale miglioramento alla loro qualità di vita. Il secukinumab presenta infatti un meccanismo d’azione innovativo e selettivo in grado di inibire il processo infiammatorio di queste due patologie».

«Per i pazienti affetti da artrite psoriasica – ha aggiunto Mara Maccarone, presidente Associazione per la Difesa degli Psoriasici (A.DI.PSO) – il percorso non è mai semplice, e questo fin dalla diagnosi. Oggi possiamo contare su un farmaco rimborsabile che il medico specialista può prescrivere dopo avere effettuato un’accurata diagnosi. La A.DI.PSO. si batte da anni affinché i Pazienti affetti da Artrite Psoriasica, malattia cronica e fortemente invalidante, possano avere accesso alle cure e non ci siano più pazienti di serie A e pazienti di serie B».

«Dopo il lancio in Italia del secukinumab per il trattamento della psoriasi – ha concluso Gaia Panina, Head of Immunology & Dermatology Disease Areas Novartis – siamo orgogliosi di annunciare una nuova opportunità terapeutica che esso offre nel trattamento di specifiche patologie reumatiche quali spondilite anchilosante e artrite psoriasica. L’approvazione del secukinumab, infatti, rappresenta un importante punto di svolta per i pazienti chiamati ad affrontare le difficoltà che queste patologie impongono. Riteniamo che questo prodotto, per le sue caratteristiche di adattabilità all’utilizzo e di efficacia, avrà un ruolo di primo piano in Italia e non solo».

Articoli correlati

Secukinumab per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Approvato secukinumab per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Secukinumab approvato negli USA per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Spondilite anchilosante

Secukinumab per la psoriasi

Secukinumab vs ustekinumab per la psoriasi

Secukinumab si conferma efficace per tre anni sulla psoriasi

Indagine italiana su psoriasi e artrite psoriasica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here