Al Congresso della European Academy of Dermatology and Venereology (EADV) (Madrid, 9-13 ottobre 2019) è stato presentato l’abstract “Wallman JK et al. Secukinumab provides sustained improvement in signs and symptoms of psoriatic arthritis in patients with and without enthesitis: 2 year pooled analysis of two Phase 3 studies”.

L’abstract dimostra che le risposte ACR 50, PASI 90 e QoL ottenute con secukinumab al quarto mese nei pazienti, con e senza entesite, sono mantenute fino a 2 anni.

Nuovi dati dimostrano che il trattamento con secukinumab fornisce una risoluzione rapida e mantenuta nel tempo dei segni e sintomi di artrite psoriasica nei pazienti con e senza entesite
Nuovi dati dimostrano che il trattamento con secukinumab fornisce una risoluzione rapida e mantenuta nel tempo dei segni e sintomi di artrite psoriasica nei pazienti con e senza entesite

Novartis ha annunciato i risultati di un’analisi aggregata di dati su secukinumab, i quali mostrano un miglioramento sostenuto dei segni e sintomi di artrite psoriasica, con particolare riferimento agli endpoint relativi ai criteri ACR50 (American College of Rheumatology 50) e all’indice PASI (Psoriasis Area and Severity Index).

«Siamo soddisfatti che i dati dimostrino che il trattamento con secukinumab porti a un miglioramento rapido e mantenuto a due anni dei segni e sintomi dell’artrite psoriasica, a prescindere dalla presenza o meno di entesite nei pazienti – afferma Eric Hughes, Global Development Unit Head, Immunology, Hepatology & Dermatology presso Novartis. – L’artrite psoriasica è una patologia complessa, con molteplici manifestazioni che causano sintomi come l’entesite, la quale a sua volta viene spesso associata a patologie più gravi. In Novartis stiamo cercando di reinterpretare la medicina nell’area immuno-dermatologia e in tutte le manifestazioni della malattia psoriasica, per supportare i pazienti e aiutarli a migliorare la qualità della loro vita».

Dati su secukinumab nell’artrite psoriasica con e senza entesite

Nuovi dati a due anni confrontano gli effetti del trattamento con secukinumab nei soggetti con artrite psoriasica con e senza entesite, una manifestazione rilevata nel 30-50% dei pazienti. 

I risultati di un’analisi aggregata di due studi di fase III dimostrano che i pazienti trattati con secukinumab (n=477) hanno raggiunto la risoluzione completa dell’entesite più velocemente rispetto a placebo (n=235). 

Entrambi i dosaggi di secukinumab 300 mg e 150 mg hanno fornito miglioramenti mantenuto nel tempo dei segni e sintomi di artrite psoriasica a due anni nei pazienti con e senza entesite.

Questi risultati consolidano la posizione di secukinumab come trattamento completo, rapido e duraturo di psoriasi a placche, artrite psoriasica e spondilite anchilosante, con oltre 250.000 pazienti trattati in tutto il mondo.

Articoli correlati

Nuovi dati su secukinumab e ustekinumab per la psoriasi

Studi testa-a-testa su secukinumab per spondilite anchilosante e AP

Dati real-world su secukinumab per la psoriasi

Risultati di due studi su secukinumab per la psoriasi

Secukinumab nel lungo periodo per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Secukinumab per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Artrite psoriasica

Secukinumab per la psoriasi

Secukinumab è potenzialmente in grado di modificare la storia naturale della psoriasi

Approvato secukinumab per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

Secukinumab si conferma efficace per tre anni sulla psoriasi

Secukinumab vs ustekinumab per la psoriasi

Studio di estensione su secukinumab per la psoriasi

Nuovi dati a 4 anni su secukinumab per la spondilite anchilosante

Indagine italiana su psoriasi e artrite psoriasica

Secukinumab per spondilite anchilosante e artrite psoriasica approvato in Italia

Secukinumab approvato negli USA per spondilite anchilosante e artrite psoriasica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here