Ultimi articoli

Gilterinib e leucemia mieloide acuta, sì alla rimborsabilità in Italia

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha approvato la rimborsabilità in Italia di gilteritinib, terapia orale contro la leucemia mieloide acuta (Lma). La terapia consiste in unica dose giornaliera come monoterapia, per la cura di pazienti adulti con Lma recidivante o refrattaria, con una mutazione FLT3

SMA, la Commissione europea approva Evrysdi

Roche ha annunciato l’approvazione, da parte della Commissione europea, di Evrysdi (risdiplam) per il trattamento dell'atrofia muscolare spinale (SMA). Questa è una grave malattia neuromuscolare degenerativa che può essere fatale. Colpisce circa un bambino ogni 10.000 ed è la maggior causa genetica di mortalità infantile

Le monografie di NCF

Digitalizzare la supply chain per cavalcare il cambiamento

Le tecnologie abilitanti sono un importante alleato a supporto della trasformazione digitale. Approfondisci nel white paper di NCF come l’impatto di tali tecnologie supporti la creazione del valore lungo l’intera supply chain in ambito life sciences

Fatti e persone

Cannabinoidi, autorizzata alla coltivazione la prima azienda in Italia

L'azienda Bio Hemp Farming ha ricevuto l'autorizzazione a coltivare cannabis con l'obiettivo di produrre cannabinoidi destinati alla farmaceutica: si tratta della prima società in Italia a ottenere luce verde in questa direzione

Mercato

Maxi-accordo nel mondo del pharma sull’asse Italia-Svizzera

Angelini Pharma ha concluso un importante accordo con la svizzera Arvelle Therapeutics: l'azienda italiana avrà la licenza esclusiva per la commercializzazione del cenobamato, farmaco impiegato in soggetti adulti contro le convulsioni a esordio focale che non rispondono a trattamenti farmacologici, in numerosi mercati tra cui quello dei Paesi dell’Unione Europea, del Regno Unito e della Svizzera

Ricerca

Antibiotici, una cessione da 500 milioni di dollari

Sandoz, la divisione generici della casa farmaceutica svizzera Novartis, ha annunciato l’acquisto di alcuni antibiotici a base di cefalosporine dalla casa farmaceutica britannica GlaxoSmithKline per un valore massimo di 500 milioni di dollari